Italia markets close in 1 hour 14 minutes
  • FTSE MIB

    24.518,41
    -81,94 (-0,33%)
     
  • Dow Jones

    33.852,36
    +175,09 (+0,52%)
     
  • Nasdaq

    14.018,57
    +22,47 (+0,16%)
     
  • Nikkei 225

    29.620,99
    +82,29 (+0,28%)
     
  • Petrolio

    61,58
    +1,40 (+2,33%)
     
  • BTC-EUR

    52.547,57
    -418,92 (-0,79%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.354,35
    -21,43 (-1,56%)
     
  • Oro

    1.735,80
    -11,80 (-0,68%)
     
  • EUR/USD

    1,1960
    +0,0006 (+0,05%)
     
  • S&P 500

    4.147,96
    +6,37 (+0,15%)
     
  • HANG SENG

    28.900,83
    +403,58 (+1,42%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.980,73
    +13,74 (+0,35%)
     
  • EUR/GBP

    0,8677
    -0,0013 (-0,15%)
     
  • EUR/CHF

    1,1034
    +0,0037 (+0,34%)
     
  • EUR/CAD

    1,5008
    +0,0034 (+0,23%)
     

Prezzi dell’Oro: Primo Trimestre in Rosso dal 2018 mentre s’impenna l’Interesse per le Crypto

Federico Dalla Bona
·3 minuto per la lettura

I prezzi del principale contratto Future sull’Oro quotato in USD si avviano a concludere il primo trimestre in rosso dal 2018, con un secco -11,34% misurato, rispetto alla chiusura di dicembre 2020, alle 23.15 CET del 30 marzo.

Tra le cause del ribasso sono sicuramente da annoverare il rafforzamento del dollaro e l’aumento della fiducia degli operatori finanziari, incentivata dalle recenti dichiarazioni di Biden secondo cui il 90% degli adulti statunitensi sarà stato vaccinato contro il Covid-19 già entro la fine del mese di Aprile. I rendimenti delle obbligazioni statunitensi sono aumentati sulla base delle aspettative che il pacchetto infrastrutturale del Presidente Joe Biden possa sostenere la crescita economica e l’emissione di ulteriore debito. Da sottolineare che il programma di Biden non è neppure ancora stato presentato; le misure del Governo USA verranno rese note solo nella giornata di oggi 31/03.

Sull’agenda dei prossimi giorni degli operatori internazionali spiccano sia l’incontro OPEC+ programmato per la fine di questa settimana, e finalizzato a discutere i livelli di produzione per maggio, e sia il rapporto sull’occupazione negli Stati Uniti a marzo, fissato per venerdì. Tutti fattori che potrebbero influire indirettamente anche sui prezzi dell’Oro in caso di notizie improntate all’ottimismo.

La novità più interessante di oggi è però un’altra. L’autorevole testata web finanziaria Morning Brews, molto seguita negli Stati Uniti e con più di 2,5 milioni di utenti iscritti alla newsletter, ha annunciato questa settimana di voler rimuovere dal proprio bollettino quotidiano le news sull’Oro, per rimpiazzarle con quelle sul Bitcoin. Il sito di Morning Brews offre ai suoi abbonati un riepilogo della borsa ogni mattina, alcuni short brief sulle notizie economiche più importanti della giornata e una piccola sezione lifestyle con contenuti vari. Martedì, la Società ha annunciato di aver “finalmente” aggiunto il Bitcoin perché “In poche parole: il suo prezzo è degno di nota”.

Si tratta di una piccola ma significativa rivoluzione dovuta all’enorme crescita di interesse negli USA riguardo al mercato delle Crypto ed in particolare sul “prodotto di punta” di tale mercato, il Bitcoin appunto. Il prezzo del Bitcoin è aumentato di circa 14,5 volte rispetto al minimo di marzo 2020. Con un aumento di oltre il 100% da inizio anno, viene attualmente scambiato intorno a $ 58,7k in un contesto di lento ma continuo deprezzamento dell’Oro.

Ma soprattutto, durante questo periodo, il BTC ha “guadagnato una maggiore accettazione tra le società Fortune 500 (il “club” delle prime al mondo), gli operatori finanziari istituzionali e gli investitori individuali”, come fanno notare gli editori di Morning Brews. Un riconoscimento al fatto che anche la finanza sta cambiando profondamente di questi tempi, proprio come qualsiasi altra cosa al mondo.

Il Quadro Tecnico per l’Oro

Concludiamo con il quadro tecnico previsto fino al termine della settimana. Si sono formate resistenze a 1700 e 1716.6/1720.3 che costituiranno, in caso di recuperi, altrettanti probabili punti di ripartenza del ribasso. Le proiezioni fissano obiettivi a 1655/56 e 1639/40. Tecnicamente è preferibile seguire i prezzi con posizioni short solo su recuperi almeno a 1690. Lo scenario verrebbe rivisto con una chiusura daily superiore a 1720.3.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: