Italia markets close in 5 hours 39 minutes
  • FTSE MIB

    21.851,66
    -249,57 (-1,13%)
     
  • Dow Jones

    30.946,99
    -491,31 (-1,56%)
     
  • Nasdaq

    11.181,54
    -343,06 (-2,98%)
     
  • Nikkei 225

    26.804,60
    -244,87 (-0,91%)
     
  • Petrolio

    112,32
    +0,56 (+0,50%)
     
  • BTC-EUR

    19.087,74
    -1.091,77 (-5,41%)
     
  • CMC Crypto 200

    434,88
    -15,18 (-3,37%)
     
  • Oro

    1.816,30
    -4,90 (-0,27%)
     
  • EUR/USD

    1,0520
    -0,0006 (-0,05%)
     
  • S&P 500

    3.821,55
    -78,56 (-2,01%)
     
  • HANG SENG

    21.996,89
    -422,08 (-1,88%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.525,90
    -23,39 (-0,66%)
     
  • EUR/GBP

    0,8636
    +0,0010 (+0,11%)
     
  • EUR/CHF

    1,0022
    -0,0094 (-0,93%)
     
  • EUR/CAD

    1,3542
    -0,0080 (-0,59%)
     

Prezzi Gas Naturale: -32% dai Massimi, Mai un Ribasso Così Ampio da Ottobre 2021

I prezzi del future sul gas naturale, quotato in dollari al Nymex, hanno raggiunto oggi nuovi minimi relativi a 6.554, prima di avviare improvvisamente una reazione nel corso del pomeriggio. Il dato è tecnicamente significativo in quanto, con il ribasso che era proseguito fino a stamane, il mercato si era ormai portato in forte avvicinamento alla zona dei supporti di lungo periodo posti a 6.430 e 6.354.

La fase correttiva del gas ha avuto origine direttamente dai massimi pluriennali dell’8 giugno scorso, ed ormai ha raggiunto dimensioni superiori al -32%. Si tratta quindi del moto ribassista più ampio visto su questo mercato sin dal periodo ottobre-dicembre 2021. Sulla tenuta dei supporti di lungo periodo poggiano adesso aspettative di avvio di una nuova fase rialzista. Nel frattempo, mentre sono le 15.59 CET il contratto future Natural Gas con scadenza a luglio viene passato di mano a 6.691 dollari, ancora in calo del -3.64% dalla chiusura di lunedì.

Italia e Germania le Più Colpite dai Blocchi

La Germania si trova ad affrontare il rischio concreto di una recessione, se le già vacillanti forniture di gas russe dovessero essere completamente interrotte dal Cremlino. Ma il secondo Paese immediatamente più colpito risulterebbe l’Italia, la seconda manifattura europea.

E’ di oggi la notizia, riportata da Reuters, che proprio l’Italia starebbe valutando l’introduzione di aiuti, sotto forma di sostegni finanziari, per aiutare le aziende a rifornire le riserve di gas in stoccaggio al fine di evitare una crisi ancora più profonda in inverno.

Il Quadro Tecnico per il Future Natural Gas

Su grafici a scansione di 30 minuti possiamo visualizzare con chiarezza l’azione odierna dei prezzi. Il mercato, complice la chiusura dei mercati azionari USA per festività nazionale, ha trascorso la sessione di lunedì in sostanziale stabilizzazione.

Nel pomeriggio odierno è stato toccato un minimo a 6.554, per cui i prezzi erano penetrati appieno nell’area tra i supporti validi per la prima metà della settimana, posti a 6.640/644 e 6.532/551. Da tale minimo è scattata la reazione tuttora in corso, destinata a nostro avviso a condurre i valori al rialzo fino al target di quota 6.922.

Possiamo già premettere che, in caso di ulteriori rotture rialziste, il livello di proiezione immediatamente successivo sarebbe rintracciabile a 7.040/7.050.  I supporti menzionati costituiranno altrettanti probabili punti di reazione in caso di nuovi arretramenti, in particolare fra stanotte e domani (mercoledì 22 giugno). Lo scenario verrebbe interrotto dall’eventuale cedimento del secondo supporto, mediante una chiusura su grafico a 30 minuti inferiore a 6.532. In questo caso, l’attenzione si sposterebbe sul livello di verifica immediatamente inferiore, situato a 6.390, da cui dovremmo attendere segnali dai prezzi.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli