Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.612,04
    +116,94 (+0,48%)
     
  • Dow Jones

    34.777,76
    +229,26 (+0,66%)
     
  • Nasdaq

    13.752,24
    +119,44 (+0,88%)
     
  • Nikkei 225

    29.357,82
    +26,42 (+0,09%)
     
  • Petrolio

    64,82
    -0,08 (-0,12%)
     
  • BTC-EUR

    47.411,99
    -1.499,29 (-3,07%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.480,07
    +44,29 (+3,08%)
     
  • Oro

    1.832,00
    +0,70 (+0,04%)
     
  • EUR/USD

    1,2167
    +0,0098 (+0,82%)
     
  • S&P 500

    4.232,60
    +30,98 (+0,74%)
     
  • HANG SENG

    28.610,65
    -26,85 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.034,25
    +34,81 (+0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8695
    +0,0012 (+0,14%)
     
  • EUR/CHF

    1,0952
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,4743
    +0,0081 (+0,55%)
     

Prezzi Oro: Probabile Accumulazione Pre-rialzo, da oltre un mese il Mercato Regge Sopra ai Minimi

Federico Dalla Bona
·3 minuto per la lettura

Sessione positiva quella odierna per i prezzi dell’Oro, che alle 11.35 CET fanno registrare un +0.70% con massimi di giornata toccati finora a 1749.50. Il contratto future con scadenza 06/21 quotato al CME-Comex sta quindi cercando di allontanarsi dalla zona dei minimi relativi toccati martedì a 1723.20, prossimi al supporto principale che era stato indicato alla fine della scorsa settimana a 1710/15.

Ricordiamo che, dopo una fase di deprezzamento cominciata ad agosto dello scorso anno e costata un calo delle quotazioni vicino al 20%, l’oro ha smesso di segnare minimi da oltre un mese. L’ultimo significativo registrato in ordine di tempo risale all’08/03, quota 1673.30, e da allora i prezzi sono riusciti a recuperare fino ad un 5.15% rimanendo tuttavia inseriti in un contesto di consolidamento ancora in via di sviluppo. In altre parole non è ancora partito uno slancio rialzista degno di attirare l’attenzione, ma le condizioni tecniche attuali lasciano presagire una volontà di accelerazione a breve dei prezzi in direzione quantomeno dei 1780.

L’interruzione del ribasso sul bene-rifugio per eccellenza è stata accompagnata nelle ultime settimane da un sottofondo di preoccupazione relativo all’enorme dimensione del debito del governo statunitense. Ne ha accennato recentemente anche il presidente della Federal Reserve Jerome Powell, anche se solo per affermare che non si tratta di preoccupazioni a breve termine. Durante un webinar ospitato dall’Economic Club di Washington DC, Powell ha affermato che “il bilancio federale degli Stati Uniti è su un percorso insostenibile, il che significa semplicemente che il debito sta crescendo molto più velocemente dell’economia”.

Durante la discussione, Powell non ha fornito alcuna nuova informazione sul futuro corso della politica monetaria. Le proiezioni della banca centrale rilasciate a marzo mostrano che i membri del comitato si aspettano che i tassi di interesse rimangano vicini allo zero fino al 2023. Solo una forte e certificata ripresa dell’economia americana post-COVID19 potrebbe cambiare le carte in tavola in questo senso. Powell ha affermato che gli economisti farebbero meglio a non concentrarsi troppo sulla potenziale tempistica del prossimo rialzo dei tassi. Powell ha inoltre ribadito la sua opinione sulle crypto dicendo che non sono una minaccia per il dollaro USA. “Ciò che la gente chiama cripto-”valuta” è in realtà solo un veicolo di speculazione. Non sono vera valuta, nessuno le usa per i pagamenti. È un po’ come per l’oro”, ha detto.

Il Quadro Tecnico per il prezzo dell’Oro

Tornando al quadro tecnico per le prossime 5-10 giornate, evidenziamo come prima cosa che i supporti si sono alzati rispetto alla scorsa settimana, a indicare un aumento della sottostante pressione in acquisto da parte degli operatori. I livelli più vicini si trovano adesso a 1737.6/39.2 e 1729.6/31.2; l’area di supporto principale a 1714.9/16.6. I supporti costituiranno punti di probabile ripartenza del rialzo in caso di arretramenti, in funzione di un probabile allungo fino a 1788.2/89.6 e 1799.8/1804.0. Al raggiungimento degli obiettivi dovremo attendere nuovi segnali prima di aggiornare lo scenario. Tutti i riferimenti tecnici e le proiezioni andrebbero rivisti in presenza di una chiusura su grafico daily inferiore a 1714.9.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: