Italia markets closed
  • FTSE MIB

    27.543,96
    -300,44 (-1,08%)
     
  • Dow Jones

    35.911,81
    -201,79 (-0,56%)
     
  • Nasdaq

    14.893,75
    +86,95 (+0,59%)
     
  • Nikkei 225

    28.124,28
    -364,82 (-1,28%)
     
  • Petrolio

    84,27
    +2,15 (+2,62%)
     
  • BTC-EUR

    37.740,82
    -516,75 (-1,35%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.037,76
    +12,03 (+1,17%)
     
  • Oro

    1.817,30
    -4,10 (-0,23%)
     
  • EUR/USD

    1,1416
    -0,0044 (-0,39%)
     
  • S&P 500

    4.662,85
    +3,82 (+0,08%)
     
  • HANG SENG

    24.383,32
    -46,48 (-0,19%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.272,19
    -43,71 (-1,01%)
     
  • EUR/GBP

    0,8341
    -0,0013 (-0,16%)
     
  • EUR/CHF

    1,0431
    -0,0003 (-0,03%)
     
  • EUR/CAD

    1,4328
    -0,0003 (-0,02%)
     

Prezzi Petrolio Greggio: +10.88% in 24 ore, le Decisioni dell’OPEC+

·2 minuto per la lettura

I prezzi del petrolio greggio quotato in dollari al Nymex stanno attraversando una sessione di recupero dopo che le quotazioni, in settimana, erano riuscite a spingersi al ribasso fino a 62.43. La perdita complessiva che si è prodotta in meno di sei settimane è stata pari al -26.91% misurata dai massimi dell’anno a 85.41.

Il petrolio ha praticamente ritracciato l’intero ampio movimento rialzista che si era sviluppato da agosto ad ottobre. La pressione ribassista si è esaurita (almeno fino a questo momento) dopo che i valori si sono avvicinati alla zona di un forte supporto di medio/lungo periodo, situato in corrispondenza proprio dei minimi dello scorso agosto, a quota 61.82. Sebbene ciò costituisca una nota incoraggiante in chiave di prosecuzione del rialzo, dobbiamo sottolineare che finora nessuna resistenza degna di nota è stata ancora oltrepassata.

Questo significa che il mercato deve ancora attraversare le fasce di prezzo ove sono concentrati i venditori, per cui dobbiamo ancora considerare attivo – da un punto di vista tecnico – lo scenario ribassista in corso nell’ultimo mese e mezzo. Alle 17.13 CET il contratto future con scadenza a gennaio 2022 viene scambiato a $ 68.03, con un guadagno del 2.30% dalla chiusura di giovedì.

Il ruolo dell’OPEC+ nel recupero di oggi

I valori del petrolio sono stati spinti al rialzo dalle dichiarazioni rilasciate dal gruppo dei Paesi produttori OPEC+, i quali hanno manifestato l’intenzione di rivedere le loro politiche di contenimento dei prezzi nel caso la pandemia determinasse nuovi cali nella domanda. L’Organizzazione degli esportatori di petrolio aveva peraltro sorpreso il mercato giovedì, comunicando la decisione di attenersi anche il prossimo gennaio ai suoi piani per aggiungere 400.000 barili al giorno alla produzione.

Evidentemente, l’OPEC+ sta lasciando la porta aperta a un rapido cambiamento di politica se la domanda dovesse soffrire di misure restrittive per via del coronavirus Omicron. I rappresentanti dei Paesi produttori hanno detto che, in caso di necessità, potrebbero incontrarsi di nuovo anche prima del prossimo incontro in calendario, già programmato per il 4 gennaio.

Il Quadro Tecnico per il Petrolio Greggio

Il grafico intraday a barre da 30 minuti evidenzia l’attuale disposizione delle prime resistenze, situate a 69.15 e 69.96/70.20. I prezzi hanno interrotto il moto rialzista dopo il test della prima resistenza, indicando la presenza di una forte pressione ribassista ancora in vigore, nonostante l’ampiezza del recupero scattato giovedì pomeriggio da quota 62.43 (+10.88% fino al picco di oggi). Riteniamo che per il momento convenga mantenere un assetto operativo ribassista (short).

Gli obiettivi a 1-2 giornate coincidono con i supporti attualmente più vicini, disposti a 66.18 e 64.418/64.50. Lo scenario descritto verrebbe annullato dall’eventuale rottura della seconda resistenza, con una chiusura su grafico a 30 minuti superiore a 70.20.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli