Italia markets close in 7 hours 37 minutes
  • FTSE MIB

    27.031,05
    +8,72 (+0,03%)
     
  • Dow Jones

    33.891,02
    -34,99 (-0,10%)
     
  • Nasdaq

    11.887,45
    -119,50 (-1,00%)
     
  • Nikkei 225

    27.685,47
    -8,18 (-0,03%)
     
  • Petrolio

    75,73
    +1,62 (+2,19%)
     
  • BTC-EUR

    21.366,27
    -140,60 (-0,65%)
     
  • CMC Crypto 200

    525,86
    +0,73 (+0,14%)
     
  • Oro

    1.887,40
    +7,90 (+0,42%)
     
  • EUR/USD

    1,0720
    -0,0010 (-0,10%)
     
  • S&P 500

    4.111,08
    -25,40 (-0,61%)
     
  • HANG SENG

    21.298,70
    +76,54 (+0,36%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.202,15
    -3,30 (-0,08%)
     
  • EUR/GBP

    0,8920
    -0,0002 (-0,03%)
     
  • EUR/CHF

    0,9940
    -0,0008 (-0,08%)
     
  • EUR/CAD

    1,4380
    -0,0041 (-0,29%)
     

Putin dà via libera ad Avtovaz per acquisto ramo finanziario russo UniCredit-Renault

Il presidente russo Vladimir Putin a Mosca

(Reuters) - Il presidente russo Vladimir Putin ha dato il via libera all'acquisizione da parte della casa automobilistica russa Avtovaz di RN Bank, una joint venture tra UniCredit e l'alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi.

Il provvedimento emesso oggi cita un decreto del 5 agosto, firmato da Putin, che vieta agli investitori dei cosiddetti Paesi ostili di vendere azioni di progetti chiave nel settore energetico e in quello bancario fino alla fine dell'anno. Il decreto dà a Putin il potere di emettere deroghe speciali in alcuni casi per far proseguire le operazioni.

In conformità con il decreto del 5 agosto, il provvedimento di oggi ha "autorizzato le operazioni di Avtovaz per l'acquisizione del 100% delle azioni di RN Bank, di proprietà di Barn B.V.", la joint venture.

UniCredit detiene una quota del 40% in Barn B.V. L'alleanza deteneva il 60% quando la joint venture è stata costituita nel 2013.

La banca italiana ha avuto colloqui con potenziali acquirenti delle attività in Russia, ma questi sforzi sono stati ostacolati dalle restrizioni sulle vendite di asset.

Nessun commento da UniCredit e Avtovaz.

(Tradotto da Chiara Bontacchio, editing Sabina Suzzi)