Italia markets open in 5 hours 10 minutes
  • Dow Jones

    33.781,48
    +183,56 (+0,55%)
     
  • Nasdaq

    11.082,00
    +123,45 (+1,13%)
     
  • Nikkei 225

    27.946,21
    +371,78 (+1,35%)
     
  • EUR/USD

    1,0574
    +0,0015 (+0,14%)
     
  • BTC-EUR

    16.298,19
    +223,09 (+1,39%)
     
  • CMC Crypto 200

    406,11
    +11,42 (+2,89%)
     
  • HANG SENG

    19.487,97
    +37,74 (+0,19%)
     
  • S&P 500

    3.963,51
    +29,59 (+0,75%)
     

In ribasso su produttori chip, occhi su dati occupazione Usa

Panoramica della Borsa di Francoforte

(Reuters) - Le borse europee perdono terreno, zavorrate dalle aziende di semiconduttori dopo la debolezza degli utili e dell'outlook di Samsung e Advanced Micro Devices, mentre i timori di recessione permangono tra i segnali che le banche centrali continueranno ad essere aggressive nell'inasprimento delle politiche monetarie.

L'indice paneuropeo STOXX 600 è sceso dello 0,2% alle ore 10,30 italiane, in linea con una seduta poco incoraggiante per le borse asiatiche.

Occhi puntati sul rapporto sugli occupati non agricoli degli Stati Uniti, previsto per le 14,30 italiane, che mostrerà un probabile rallentamento della crescita dei posti di lavoro a settembre, anche se le condizioni generali del mercato del lavoro rimangono contratte, fornendo alla Federal Reserve motivi per continuare ad aumentare i tassi.

I produttori europei di chip scivolano dopo che la sudcoreana SAMSUNG ELECTRONICS e la statunitense AMD hanno segnalato che il calo della domanda dei chip potrebbe essere molto più grave del previsto.

INFINEON, BE SEMICONDUCTOR, SOITEC, NORDIC SEMICONDUCTOR, ASML, STMICROELECTRONICS e ASMI perdono tra l'1,3% e il 4,8%, zavorrando il più ampio settore tecnologico in ribasso dell'1,5%.

ADIDAS cede l'1,8% dopo che il produttore tedesco di articoli sportivi ha messo sotto esame la propria partnership commerciale con il rapper e stilista Kanye West.

RENAULT guadagna il 3,9% dopo che ODDO BHF ha alzato il rating del titolo della casa automobilistica francese.

CREDIT SUISSE balza del 4,6% dopo che l'istituto di credito ha presentato un'offerta di riacquisto di titoli di debito senior da 3 miliardi di franchi svizzeri (3 miliardi di dollari), in una dimostrazione di forza nel tentativo di rassicurare gli investitori dopo una settimana tumultuosa.

(Tradotto da Enrico Sciacovelli, editing Stefano Bernabei)