Italia markets close in 3 hours 22 minutes
  • FTSE MIB

    22.100,25
    +398,46 (+1,84%)
     
  • Dow Jones

    29.591,27
    +327,79 (+1,12%)
     
  • Nasdaq

    11.880,63
    +25,66 (+0,22%)
     
  • Nikkei 225

    26.165,59
    +638,22 (+2,50%)
     
  • Petrolio

    43,65
    +0,59 (+1,37%)
     
  • BTC-EUR

    16.159,38
    +578,25 (+3,71%)
     
  • CMC Crypto 200

    377,79
    +16,36 (+4,53%)
     
  • Oro

    1.808,10
    -29,70 (-1,62%)
     
  • EUR/USD

    1,1869
    +0,0024 (+0,20%)
     
  • S&P 500

    3.577,59
    +20,05 (+0,56%)
     
  • HANG SENG

    26.588,20
    +102,00 (+0,39%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.505,36
    +42,32 (+1,22%)
     
  • EUR/GBP

    0,8904
    +0,0020 (+0,22%)
     
  • EUR/CHF

    1,0835
    +0,0035 (+0,33%)
     
  • EUR/CAD

    1,5499
    +0,0014 (+0,09%)
     

As Roma scivola su perdita al 30 giugno, incremento aumento capitale a 210 mln

·1 minuto per la lettura

As Roma si muove in calo, peggio dell'indice di Piazza Affari dopo l'annuncio dell'aumento della perdita e con l'aumento di capitale che sale a 210 milioni di euro.

Intorno alle 11,50 il titolo perde l'1,59% a 1,16 euro. Volumi pari a 1,34 milioni di pezzi da una media a 30 giorni di 3,3 milioni.

Con due comunicati emessi ieri sera la società di calcio romana, di recente acquista dal magnate Usa Dan Friedkin, ha reso noto di avere chiuso il bilancio al 30 giugno con una perdita di 204 milioni di euro, in netto peggioramento rispetto allo stesso periodo del 2019 su ricavi pari a 141,2 milioni da 232,8 milioni di un anno prima.

Il Cda della Roma ha inoltre deciso di portare l'importo massimo dell'aumento di capitale da 150 milioni a 210 milioni di euro, prorogandone l'esecuzione fino alla fine dell'anno prossimo.

Il termine per l'adesione all'Opa a 0,11 euro per azione lanciata dal gruppo Friedkin, inizialmente previsto per il 29 ottobre, è stato posticipato al 6 novembre.

Nella nota si sottolinea che la proposta "fa parte di una strategia complessiva volta al ripristino di una situazione economica e finanziaria dell’emittente adeguata al raggiungimento dei suoi obiettivi. In linea con quanto evidenziato nel Documento di offerta, tali obiettivi sarebbero certamente agevolati ove, ad esito dell’offerta, si conseguisse il delisting della AS Roma, che consentirebbe di dedicare tutte le risorse finanziarie al core business della società".

(Giancarlo Navach, in redazione a Milano Cristina Carlevaro)