Italia markets close in 58 minutes
  • FTSE MIB

    24.110,10
    +21,45 (+0,09%)
     
  • Dow Jones

    33.986,92
    +165,62 (+0,49%)
     
  • Nasdaq

    13.826,62
    +40,35 (+0,29%)
     
  • Nikkei 225

    28.508,55
    -591,83 (-2,03%)
     
  • Petrolio

    61,97
    -0,70 (-1,12%)
     
  • BTC-EUR

    46.295,35
    -710,95 (-1,51%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.276,29
    +13,33 (+1,06%)
     
  • Oro

    1.793,90
    +15,50 (+0,87%)
     
  • EUR/USD

    1,2019
    -0,0022 (-0,18%)
     
  • S&P 500

    4.150,45
    +15,51 (+0,38%)
     
  • HANG SENG

    28.621,92
    -513,81 (-1,76%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.977,55
    +37,09 (+0,94%)
     
  • EUR/GBP

    0,8629
    -0,0005 (-0,06%)
     
  • EUR/CHF

    1,1036
    +0,0019 (+0,17%)
     
  • EUR/CAD

    1,5007
    -0,0163 (-1,07%)
     

Saudi Aramco, profitti 2020 crollano del 44%, ma dividendi garantiti

Fabio Carbone
·3 minuto per la lettura

Saudi Aramco ha reso noto i dati sui rendimenti d’impresa del 2020, e non sono buoni. Il crollo è del -44% a causa di una pandemia che ha bloccato i consumi di petrolio e derivati, ha fatto crollare il prezzo del petrolio con mesi in cui i futures sul Wti sono andati sotto zero.

Nessun rischio per gli azionisti comunque, il loro dividendo è salvo. Infatti la Saudi Aramco, che di recente ha subito un attacco terroristico,  ha fatto sapere che distribuirà i 75 miliardi di dollari di dividendi previsti dal gigante del petrolio.

Il CEO Amin Nasser, ha ad ogni modo ammesso che si è trattato di uno degli anni più sfidanti della storia recente della compagnia petrolifera.

La compagnia petrolifera di Stato ha riportato un net income (reddito netto) nel 2020 pari a 49 miliardi di dollari USA, contro gli 88,19 miliardi di dollari del 2019. Un risultato che resta comunque migliore rispetto a qualsiasi altra grande compagnia pubblica a livello globale.

Saudi Aramco risultati del 2020

Ecco quindi in sintesi i dati dei risultati di Saudi Aramco del 2020:

  • net income: 49 miliardi di USD;

  • cash flow dalle attività operative: 76 miliardi di USD;

  • cash flow libero: 49 miliardi di USD;

  • ROACE: 13,2%;

  • dividendi annuali dichiarati: 75 miliardi di dollari USA;

  • investimenti previsti da Saudi Aramco nel 2021: 35 miliardi di dollari;

  • progressi nella strategia aziendale Downstream con l’integrazione continua di SABIC.

Le dichiarazioni del CEO di Saudi Aramco

Il CEO di Saudi Arabian Oil Company, Amin Nasser, nel comunicato stampa diffuso domenica 21 marzo ha affermato con non poca soddisfazione:

“In uno degli anni più difficili della storia recente, Saudi Aramco ha dimostrato la sua proposta di valore unica attraverso la sua notevole agilità finanziaria e operativa. Le nostre eccezionali prestazioni durante questo periodo di prova, sono dovute in gran parte allo spirito incrollabile e alla resilienza dei nostri dipendenti, i quali hanno stabilito record operativi e hanno continuato a soddisfare le esigenze energetiche mondiali in modo sicuro e affidabile”, ha detto Nasser.

Per mitigare gli effetti della pandemia sul loro business, Nasser ha affermato che hanno concentrato i loro sforzi sul capitale e sulle efficienze operative. La strategia ha consentito loro di restare solidi e di poter distribuire anche un significativo dividendo agli azionisti.

Digitalizzazione e meno spese

Tra gli interventi in corso negli impianti vi è la digitalizzazione degli impianti che sta permettendo di migliorare in modo significativo le performance e di ridurre anche il loro impatto sull’ambiente.

La società petrolifera ha dichiarato che nel 2020 ha speso 27 miliardi di dollari, contro i 33 miliardi di USD del 2019, grazie all’implementazione di programmi volti all’ottimizzazione e all’efficientamento.

Il futuro di Saudi Aramco

Pensando ai prossimi passi da compiere, il CEO di Saudi Aramco ha affermato:

“Guardando al futuro, la nostra strategia a lungo termine per ottimizzare il nostro portafoglio di petrolio e gas naturale è sulla buona strada e, con il miglioramento delle condizioni macroeconomiche, assistiamo a una ripresa della domanda in Asia e segnali positivi anche altrove. Restiamo fiduciosi che usciremo dalla pandemia con una posizione di forza”.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: