Italia Markets closed

Scritte antisemite davanti a due scuole

(Twitter)

"Calpesta l'ebreo" e "Anna Frank brucia": queste scritte antisemite sono comparse davanti a due scuole di Pomezia, il liceo Pascal e l'istituto Largo Brodolini. Lo rende noto il sindaco della città Adriano Zuccalà sottolineando che gli operatori del Comune sono già al lavoro per cancellarle.

GUARDA ANCHE: Torino, scritta choc su pianerottolo: "Crepa sporca ebrea"

"Si tratta di un atto gravissimo che condanno a nome di tutta l'Amministrazione comunale e spero si possa far luce quanto prima sugli autori di questo vile gesto - dice il primo cittadino - A pochi giorni dalla Giornata della memoria, e nella giornata di oggi in cui proprio l'Istituto Brodolini organizza un incontro che vede ospite Gabriele Sonnino, testimone di quella pagina buia della nostra storia, sono rammaricato e indignato per quanto accaduto".

GUARDA ANCHE: Liliana Segre sotto scorta dopo insulti e minacce sui social

Sono in corso accertamenti dei carabinieri, che vaglieranno eventuali registrazioni di telecamere che potrebbero aver ripreso i responsabili.

GUARDA ANCHE: Antisemitismo alla sfilata di Carnevale: polemica in Belgio

Un episodio che la ministra dell' Istruzione Lucia Azzolina definisce "vergognoso", considerandolo un attacco alla scuola e al suo ruolo educativo. "Razzismo e antisemitismo non entreranno MAI a scuola", afferma la ministra. Proteste dalla Comunità Ebraica: "Non ci lasciamo intimidire, ma serve intervenire, non basta più solo un'azione culturale, serve intervenire per reprimer".

Condanna anche da parte degli studenti del liceo Blaise Pascal, che hanno esposto cartelloni dove si legge: "Il fascismo non è un'opinione, non esistono razze superiori".

(Twitter)

Il caso di Pomezia segue altri episodi simili di antisemitismo. A Mondovì una stella di David e la scritta "Juden Hier" è comparsa - nella notte fra giovedì 23 e venerdì 24 gennaio - sulla porta dell'abitazione che fu di Lidia Rolfi, staffetta partigiana. Pochi giorni dopo a Torino una signora ultra settantenne, la cui madre era di origine ebraica, ha trovato sul suo pianerottolo una scritta "Crepa sporca ebrea".

LEGGI ANCHE: Liliana Segre: “La vita è bella? Un filmetto senza pretese, falso”