Italia markets closed
  • Dow Jones

    31.880,24
    +618,34 (+1,98%)
     
  • Nasdaq

    11.535,27
    +180,66 (+1,59%)
     
  • Nikkei 225

    27.001,52
    +262,49 (+0,98%)
     
  • EUR/USD

    1,0689
    +0,0128 (+1,21%)
     
  • BTC-EUR

    27.450,28
    -758,81 (-2,69%)
     
  • CMC Crypto 200

    658,56
    -16,31 (-2,42%)
     
  • HANG SENG

    20.470,06
    -247,18 (-1,19%)
     
  • S&P 500

    3.973,75
    +72,39 (+1,86%)
     

Shell tratta con aziende cinesi per vendita quota progetto gas russo - Telegraph

·1 minuto per la lettura
Il logo Shell presso una stazione di servizio a Buenos Aires

(Reuters) - Il gigante dell'energia Shell è in trattative con alcune società cinesi per vendere la sua partecipazione in un importante progetto di gas russo a causa delle sanzioni imposte a Mosca dopo l'invasione dell'Ucraina.

Lo scrive il Telegraph.

Shell è in trattative congiunte con le compagnie petrolifere statali cinesi Cnooc, Cnpc e Sinopec per la vendita della sua quota del 27,5% nel progetto di gas naturale liquefatto Sakhalin-2, secondo il giornale britannico.

Sakhalin-2 è controllato e gestito dal gigante russo del gas Gazprom. Altri azionisti del progetto includono le giapponesi Mitsui & Co e Mitsubishi.

I colloqui con le aziende cinesi includono la potenziale vendita della quota di Shell a una, due o a tutte e tre le aziende, scrive il giornale, aggiungendo che Shell è aperta a potenziali acquirenti al di fuori della Cina.

Shell non ha commentato, mentre Sinopec, Cnooc e Cnpc al momento non hanno risposto alle richieste di commenti da parte di Reuters.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli