Italia markets open in 6 hours 9 minutes
  • Dow Jones

    30.932,37
    -469,63 (-1,50%)
     
  • Nasdaq

    13.192,35
    +72,95 (+0,56%)
     
  • Nikkei 225

    29.619,03
    +653,02 (+2,25%)
     
  • EUR/USD

    1,2090
    +0,0003 (+0,02%)
     
  • BTC-EUR

    38.411,19
    -250,73 (-0,65%)
     
  • CMC Crypto 200

    927,84
    -5,30 (-0,57%)
     
  • HANG SENG

    29.369,55
    +389,34 (+1,34%)
     
  • S&P 500

    3.811,15
    -18,19 (-0,48%)
     

T Bond e Btp spaventano le Borse. Ecco fondi green su cui investire

Fabio Carbone
·3 minuto per la lettura

Aleggiano dei timori sulle Borse mondiali causate da un nuovo vento che si chiama “T Bond USA”. I titoli di Stato statunitensi T Bond USA, infatti, sono saliti all’1,382% di rendimento e questo è fonte di cattivi presagi, tanto che i futures sulle riaperture a Wall Street già cedono tra il mezzo punto percentuale (Dow Jones Futures) e il -1,43% del Nasdaq Futures.

Milano Finanza ha contattato alcuni analisti e chiesto loro cosa potrebbe accadere nei prossimi giorni. Secondo l’ipotesi, se i Treasury Bond USA dovessero raggiungere l’1,5% di rendimento, sui mercati finanziari statunitensi in primis si potrebbe innescare una correzione ribassista tra il -5% e il -10%.

A riprova della situazione delicata l’andamento delle Borse europee che sono tutte negative di oltre 1 punto percentuale, con l’indice PSI 20 a Lisbona che è il migliore al momento con il -0,20%.

Il FTSE MIB a Piazza Affari è in negativo del -1,03% mentre il Dax index fa anche peggio cedendo il -1,20%.

Anche il Btp Italia a 10 anni risale dal minimo dello 0,52% allo 0,65%, e questo nonostante l’effetto Mario Draghi e gli acquisti massicci della Banca centrale europea (BCE).

Come mettersi al riparto da questi venti di burrasca sui mercati finanziari? Forse una delle possibilità giunge dai Fondi green.

Fondi sostenibili aumentano la raccolta

Secondo Morningstar i fondi green hanno raccolto 233 miliardi di euro nel solo 2020, riporta il Corriere Economia.

Il patrimonio investito nei Fondi sostenibili è così salito alla ragguardevole cifra di 1.100 miliardi di euro, che ritroviamo distribuiti tra circa 3 mila prodotti finanziari. Di questi prodotti 505 sono stati lanciati solo negli ultimi mesi.

Cresce quindi l’interesse per l’ambiente anche nel campo finanziario e dal momento che anche i governi investiranno forte nei prossimi anni nella transizione energetica, pensare sin da ora di ampliare il portafoglio investendo nella green economy potrebbe essere una ottima cosa per il benessere del portafoglio di investimenti stesso.

Bisogna però stare attenti in cosa si investe, perché c’è anche molta confusione e si rischia di mettere liquidità in strumenti finanziari non adatti.

Dobbiamo quindi distinguere tra:

  • Fondi tematici che investono in fonti di energia alternativa o nelle aziende che producono beni e servizi pro clima.

  • Strumenti finanziari che integrano analisi finanziaria tradizionale e i fattori ESG (Environmental, Social, Governance).

  • Investimenti a impatto che hanno l’obiettivo di creare un effetto positivo quantificabile su uno specifico obiettivo ambientale e sociale.

Per orientarsi bisognerà quindi guardare a quei fondi green e strumenti finanziari che investono nella transizione energetica che hanno i rating più alti e i comportamenti più virtuosi.

Tutti gli strumenti finanziari che avranno un profilo ESG più elevato sono da prendere in considerazione perché avranno le minori possibilità di entrare in una dinamica di default.

Investire nel sostenibile conviene

Si ritiene inoltre che investire in aziende che abbracciano la sostenibilità converrà perché da qui a 10 anni le società con un profilo di sostenibilità mediocre avranno costi del capitale decisamente più elevati.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: