Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.208,47
    +122,43 (+0,36%)
     
  • Nasdaq

    11.841,03
    +256,48 (+2,21%)
     
  • Nikkei 225

    27.346,88
    +19,77 (+0,07%)
     
  • EUR/USD

    1,0994
    +0,0128 (+1,18%)
     
  • BTC-EUR

    21.329,55
    +96,17 (+0,45%)
     
  • CMC Crypto 200

    532,91
    +290,23 (+119,59%)
     
  • HANG SENG

    22.072,18
    +229,85 (+1,05%)
     
  • S&P 500

    4.129,25
    +52,65 (+1,29%)
     

Tesla taglia prezzi in Cina per seconda volta in 3 mesi

Il logo Tesla presso il Salone dell'Automobile di Shanghai, in Cina

SHANGHAI (Reuters) - Tesla ha tagliato i prezzi delle auto in Cina per la seconda volta in meno di tre mesi, alimentando così una guerra dei prezzi nel quadro di un peggioramento delle prospettive della domanda nel più grande mercato automobilistico del mondo.

L'ultimo taglio, insieme a quello di ottobre e a vari incentivi che ammontano a 10.000 yuan concessi agli acquirenti cinesi negli ultimi tre mesi, equivale a una riduzione dei prezzi di Tesla dal 13 al 24% rispetto a settembre, secondo i calcoli di Reuters.Venerdì scorso, il produttore statunitense di veicoli elettrici (EV) ha ridotto i prezzi di tutte le versioni delle sue auto Model 3 e Model Y in Cina di una percentuale compresa tra il 6% e il 13,5%, secondo i calcoli di Reuters basati sui prezzi indicati sul suo sito web. Il prezzo di partenza della Model 3, ad esempio, è stato ridotto a 229.900 yuan (33.427 dollari) da 265.900 yuan.

"Gli adeguamenti dei prezzi di Tesla sono sostenuti da innumerevoli innovazioni ingegneristiche", ha scritto Grace Tao, vicepresidente di Tesla responsabile delle comunicazioni esterne in Cina, sul suo account Weibo. "Rispondono alla richiesta del governo di promuovere lo sviluppo economico e incoraggiare i consumi".

La mossa arriva dopo che le consegne di dicembre delle vetture prodotte da Tesla in Cina hanno toccato il minimo degli ultimi cinque mesi, e a pochi giorni dalla fine del programma di sovvenzioni di Pechino che ha contribuito a creare il più grande mercato di veicoli elettrici al mondo. Il calo della domanda ha costretto Tesla e i suoi rivali ad assorbire il peso di questa decisione.

La China Merchants Bank International (CMBI), che a luglio aveva avvertito che il settore dei veicoli elettrici in Cina era destinato a una guerra dei prezzi, ha detto che la riduzione dei prezzi di Tesla ha confermato la previsione e ha aggiunto che l'azienda statunitense potrebbe essere costretta a intervenire di più, soprattutto con l'intensificarsi della concorrenza con i suoi rivali cinesi.

(Tradotto da Alice Schillaci, editing Stefano Bernabei)