Annuncio pubblicitario
Italia Markets closed
  • FTSE MIB

    30.403,90
    +282,13 (+0,94%)
     
  • Dow Jones

    36.247,87
    +130,49 (+0,36%)
     
  • Nasdaq

    14.403,97
    +63,98 (+0,45%)
     
  • Nikkei 225

    32.307,86
    -550,45 (-1,68%)
     
  • Petrolio

    71,26
    +1,92 (+2,77%)
     
  • BTC-EUR

    40.721,95
    +7,52 (+0,02%)
     
  • CMC Crypto 200

    914,81
    +18,10 (+2,02%)
     
  • Oro

    2.020,80
    -25,60 (-1,25%)
     
  • EUR/USD

    1,0764
    -0,0034 (-0,3122%)
     
  • S&P 500

    4.604,37
    +18,78 (+0,41%)
     
  • HANG SENG

    16.334,37
    -11,52 (-0,07%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.523,31
    +49,54 (+1,11%)
     
  • EUR/GBP

    0,8577
    +0,0006 (+0,07%)
     
  • EUR/CHF

    0,9469
    +0,0022 (+0,23%)
     
  • EUR/CAD

    1,4619
    -0,0057 (-0,39%)
     

Ucraina, colloqui tra min. Difesa Turchia, Gran Bretagna, Italia a Istanbul

Il ministro della Difesa turco Hulusi Akar a Bruxelles

ANKARA (Reuters) - I ministri della Difesa della Turchia, della Gran Bretagna e dell'Italia si riuniranno a Istanbul per discutere l'invasione russa in Ucraina e i rapporti di sicurezza tra i tre alleati Nato.

Lo ha comunicato il ministero della Difesa turco.

Il segretario alla Difesa britannico Ben Wallace e il ministro italiano Lorenzo Guerini visiteranno Istanbul su invito della loro controparte turca, Hulusi Akar.

"Nel meeting, nel quale avverrà uno scambio di opinioni sulla difesa e sulle relazioni di sicurezza tra i paesi e sulle questioni regionali, si prevede di discutere anche gli sviluppi in Ucraina", si legge nella nota.

La Turchia, stato membro Nato, condivide un confine marittimo con l'Ucraina e la Russia sul Mar Nero, gode di buone relazioni con entrambe le nazioni e sta agendo come mediatore nel conflitto. Finora ha organizzato colloqui di pace tra i ministri degli Esteri e i negoziatori ucraini e russi, e ha cercato di orchestrare un incontro tra i loro presidenti.

La Turchia e l'Italia hanno anche intensificato il loro coinvolgimento in seguito al summit della Nato a marzo, nel quale i leader di Turchia, Italia e Francia hanno discusso come ripristinare il progetto per il sistema di difesa aerea SAMP-T, sviluppato dal consorzio franco-italiano Eurosam.

Ieri, il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu ha detto di aver discusso il progetto per i jet da combattimento TF-X con la propria controparte britannica, Liz Truss, durante un meeting Nato a Bruxelles. Il progetto è stato sospeso a causa di problemi con Rolls Royce in merito ai motori del gruppo.

(Tradotto da Enrico Sciacovelli, editing Stefano Bernabei)