Italia markets closed
  • Dow Jones

    35.116,40
    +278,24 (+0,80%)
     
  • Nasdaq

    14.761,29
    +80,23 (+0,55%)
     
  • Nikkei 225

    27.641,83
    -139,19 (-0,50%)
     
  • EUR/USD

    1,1867
    -0,0010 (-0,08%)
     
  • BTC-EUR

    32.310,24
    -941,81 (-2,83%)
     
  • CMC Crypto 200

    928,35
    -15,09 (-1,60%)
     
  • HANG SENG

    26.194,82
    -40,98 (-0,16%)
     
  • S&P 500

    4.423,15
    +35,99 (+0,82%)
     

Umore Nero per il Cambio Euro Dollaro, in Attesa dei Verbali FOMC

·2 minuto per la lettura

Il prezzo del cambio euro dollaro per l’ennesima volta ha raggiunto i minimi di 2 mesi nei pressi di 1,1800 nonostante i dati statunitensi (PMI Markit e ISM) di ieri 6 luglio sono stati revisionati al ribasso. I risultati hanno suggerito che il ritmo dell’attività economica degli Stati Uniti è rallentato più di quanto previsto dagli economisti il ​​mese precedente. Gli elementi interni del rapporto ISM hanno fatto ulteriore eco ad una tendenza preoccupante: crescita più debole e prezzi in rialzo.

Ciò rappresenta una sfida comprensibile per i funzionari della FED, i quali hanno influenzato non poco l’andamento di queste settimane sull’euro dollaro. Fino a poco tempo fa, la Banca Centrale probabilmente ha commesso un errore sul versante iper-espansionistico, consentendo una veloce crescita dei prezzi mentre l’economia USA riguadagnava il terreno perso a causa della pandemia di Covid-19.

Ulteriori pressioni per l’euro dollaro?

Con l’imminente rilascio dei verbali del FOMC di oggi 7 luglio alle 20.00 ci si aspetta che sul fiber aumenti la volatilità dato anche l’atteggiamento da falco da parte dei funzionari della FED. Hanno riconosciuto che la crescita dei prezzi ha superato le aspettative e dato che l’inflazione ha raggiunto livelli che non venivano toccati dal 1992 (5%), stanno pensando di aumentare di almeno due volte i tassi d’interesse entro il 2033.

ll dollaro USA, quindi, sembra destinato a salire se questo è davvero l’obiettivo, spinto al rialzo da un cambiamento ma ciò non collima dal punto di vista tecno-grafico.

Il future DXY sta tutt’ora subendo le pressioni dell’area di supply e zona di swing ribassista quindi da questo punto di vista ci si aspettano rialzi nel breve/medio termine sull’euro dollaro, confermato anche dagli studi delle Onde di Elliott.

Si prospettano settimane molto interessanti per le sorti del fiber.

Outlook euro dollaro dal punto di vista tecno-grafico

Come anticipato il fiber sta ritestando la parte inferiore dell’attuale fase laterale. Questo contesto non è dei più semplici ma volgendo lo sguardo al future USD il rialzo sembrerebbe lo scenario più valido.

Fattore chiave il livello psicologico 1,1800 il quale può fornire un valido supporto per il rialzo. L’obiettivo prossimo del movimento rialzista è la zona 1,1988/1,2000 corrispondente alla parte superiore della fase laterale. Target di medio termine a 1,2243 e 1,2329.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli