Italia markets close in 5 hours 17 minutes
  • FTSE MIB

    24.377,87
    -425,03 (-1,71%)
     
  • Dow Jones

    34.742,82
    -34,98 (-0,10%)
     
  • Nasdaq

    13.401,86
    -350,34 (-2,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.608,59
    -909,71 (-3,08%)
     
  • Petrolio

    64,56
    -0,36 (-0,55%)
     
  • BTC-EUR

    46.108,75
    -1.933,51 (-4,02%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.497,21
    -64,09 (-4,10%)
     
  • Oro

    1.838,40
    +0,80 (+0,04%)
     
  • EUR/USD

    1,2170
    +0,0035 (+0,29%)
     
  • S&P 500

    4.188,43
    -44,17 (-1,04%)
     
  • HANG SENG

    28.013,81
    -581,89 (-2,03%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.943,37
    -90,88 (-2,25%)
     
  • EUR/GBP

    0,8606
    +0,0016 (+0,18%)
     
  • EUR/CHF

    1,0980
    +0,0047 (+0,43%)
     
  • EUR/CAD

    1,4723
    +0,0039 (+0,27%)
     

UniCredit, Orcel ottiene ok soci a pacchetto remunerazione - Repubblica

·2 minuto per la lettura
Andrea Orcel a Londra

MILANO (Reuters) -Il nuovo Ceo designato di UniCredit, Andrea Orcel, ha ottenuto, seppur di misura, l'ok dei soci al pacchetto di remunerazione concordato con la banca, secondo quanto riporta il sito web di Repubblica.

L'assemblea di UniCredit, chiamata a votare tra le altre cose anche per il rinnovo del consiglio è tuttora in corso. Secondo le risultanze assembleari è presente il 60,5% del capitale.

Secondo quanto pubblicato da Repubblica sul suo sito web nella tarda serata di ieri, al voto virtuale -- avvenuto in anticipo e da remoto nel rispetto delle norme anticovid -- ha partecipato il 60% del capitale della banca e circa il 55% dei presenti ha espresso parere favorevole a un compenso annuo fino a 7,5 milioni di euro per il nuovo Ceo.

La lista dei componenti del nuovo cda, proposta dal consiglio uscente, che indica Orcel come amministratore delegato e l'ex ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan come presidente, ha ottenuto circa l'80% dei voti, aggiunge Repubblica.

UniCredit non ha commentato.

In una raccomandazione agli investitori prima dell'assemblea, i proxy adviser Iss e Glass Lewis hanno entrambi appoggiato la nomina di Orcel, ma hanno suggerito di respingere la politica di remunerazione valutando "problematico" il pacchetto retributivo del nuovo AD.

Alcuni soci italiani, invece, come le fondazioni Cariverona e Crt, titolari rispettivamente dell'1,8% e dell'1,6% di UniCredit, hanno espresso un giudizio favorevole.

Il compenso di Orcel, che include un bonus garantito di 5 milioni di euro in azioni per il primo anno, ammonta a oltre il doppio di quello del precedente AD Jean Pierre Mustier, che ha lasciato a febbraio per contrasti con il board sulla strategia.

UniCredit pubblicherà i dettagli sulla retribuzione di Orcel con la successiva relazione sulle politiche di remunerazione 2021, ma dai documenti assembleari si evince che il banchiere arriverà a guadagnare fino a 7,5 milioni di euro all'anno, dato un premio variabile pari fino a due volte lo stipendio fisso di 2,5 milioni. Per il primo anno i 5 milioni della componente variabile sono svincolati dagli obiettivi raggiunti, mentre dal 2022 si applicherà "un mix di remunerazione a lungo e a breve termine basato sulla performance".

Lo scorso anno la politica di remunerazione aveva ottenuto il 96% di voti a favore tra i presenti in assemblea, la politica di remunerazione adottata dopo l'arrivo di Mustier nel 2016 aveva ottenuto l'87% dei voti a favore.

Il banchiere francese, arrivato nel 2016 per guidare UniCredit in una drastica fase di ristrutturazione, aveva tagliato il proprio stipendio fisso del 40%, ha rinunciato ai bonus annuali per mantenere solo gli incentivi a lungo termine e si è impegnato a lasciare la banca senza liquidazione.

UniCredit propone ora di raddoppiare il tetto massimo per il trattamento di fine rapporto a 15 milioni di euro, da 7,2 milioni, nel quadro della nuova policy pensata per attrarre talenti globali.

(in redazione a Milano Gianluca Semeraro, Sabina Suzzi)