Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.218,16
    -495,44 (-1,93%)
     
  • Dow Jones

    33.290,08
    -533,37 (-1,58%)
     
  • Nasdaq

    14.030,38
    -130,97 (-0,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.964,08
    -54,25 (-0,19%)
     
  • Petrolio

    71,50
    +0,46 (+0,65%)
     
  • BTC-EUR

    30.105,95
    -648,08 (-2,11%)
     
  • CMC Crypto 200

    888,52
    -51,42 (-5,47%)
     
  • Oro

    1.763,90
    -10,90 (-0,61%)
     
  • EUR/USD

    1,1865
    -0,0045 (-0,38%)
     
  • S&P 500

    4.166,45
    -55,41 (-1,31%)
     
  • HANG SENG

    28.801,27
    +242,68 (+0,85%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.083,37
    -74,77 (-1,80%)
     
  • EUR/GBP

    0,8590
    +0,0041 (+0,49%)
     
  • EUR/CHF

    1,0935
    +0,0016 (+0,15%)
     
  • EUR/CAD

    1,4786
    +0,0075 (+0,51%)
     

UnipolSai, utile trim1 cresce grazie a Danni, Unipol balza su effetto Bper

·2 minuto per la lettura

MILANO (Reuters) - UnipolSai ha chiuso il primo trimestre con un utile in crescita del 46% circa a 249 milioni di euro, sostenuto dalla migliore performance tecnica del ramo danni, e ha confermato gli obiettivi del piano industriale al 2021.

"A prescindere da come andrà il mercato traguardiamo con fiducia i nostri risultati economici in linea con i nostri obiettivi di piano perché contiamo su ampi buffer che ci consentiranno di gestire meglio il prossimo futuro", ha detto Carlo Cimbri nel corso della conference call.

Il numero uno del gruppo assicurativo ha spiegato infatti che le prospettive sul comparto auto si presentano più complesse per il settore assicurativo per l'effetto combinato dell'attesa ripresa dei sinistri a causa della progressiva uscita dalle restrizioni legate alla pandemia e del calo dei prezzi.

"Il mercato andrà in perdita tecnica", sottolinea Cimbri che tuttavia assicura che il gruppo proseguirà nella propria strategia "improntata a mantenere una sana e prudente gestione anche nell'equilibrio tecnico".

Su questo fronte il trimestre ha visto un miglioramento con un combined ratio (al netto della riassicurazione) in calo all'89,1% dal 92% dell'anno scorso, grazie all'effetto delle restrizioni alla circolazione.

L'utile lordo del segmento danni è cresciuto del 62% circa a 359 milioni, a fronte di premi in calo del 3%, beneficiando anche della plusvalenza, per 71 milioni, realizzata dalla vendita di Torre Velasca.

In particolare, nel ramo auto i premi sono scesi dell'8,8% risentendo delle condizioni di mercato e delle iniziative a favore dei clienti per fronteggiare l'impatto del Covid, come il bonus di un mese per il rinnovo della polizza.

Al contrario, nel Vita, la raccolta è cresciuta del 10,7% ma l'utile lordo è più che dimezzato a 11 milioni per il minore apporto dei proventi finanziari.

Il Solvency ratio individuale di UnipolSai è pari al 313% in lieve calo dal 318% di fine dicembre.

UNIPOL TRIPLICA UTILE CON EFFETTO BPER

La capogruppo Unipol ha realizzato nel trimestre un utile netto consolidato di 361 milioni, in crescita del 169% circa rispetto all'anno passato grazie al consolidamento di poste straordinarie legate alla partecipata Bper.

In particolare, il risultato beneficia del contributo di 119 milioni derivante dalla banca modenese e che include il badwill rilevato per l'acquisto delle filiali Ubi.

I risultati della holding vedono inoltre un risultato ancora negativo per il comparto alberghiero penalizzato dalla chiusura di gran parte delle strutture ricettive, mentre è positivo l'andamento dell'attività di recupero dei crediti non performing gestita da Unipol Rec.

(Andrea Mandalà, in redazione a Milano Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli