Italia markets close in 3 hours 11 minutes
  • FTSE MIB

    26.902,49
    +96,30 (+0,36%)
     
  • Dow Jones

    35.490,69
    -266,19 (-0,74%)
     
  • Nasdaq

    15.235,84
    +0,12 (+0,00%)
     
  • Nikkei 225

    28.820,09
    -278,15 (-0,96%)
     
  • Petrolio

    81,54
    -1,12 (-1,35%)
     
  • BTC-EUR

    52.727,76
    +1.684,29 (+3,30%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.473,49
    -0,84 (-0,06%)
     
  • Oro

    1.803,50
    +4,70 (+0,26%)
     
  • EUR/USD

    1,1594
    -0,0012 (-0,10%)
     
  • S&P 500

    4.551,68
    -23,11 (-0,51%)
     
  • HANG SENG

    25.555,73
    -73,01 (-0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.227,14
    +6,26 (+0,15%)
     
  • EUR/GBP

    0,8434
    -0,0007 (-0,09%)
     
  • EUR/CHF

    1,0653
    +0,0005 (+0,04%)
     
  • EUR/CAD

    1,4313
    -0,0027 (-0,19%)
     

Universal Music, capitalizzazione balza a 47 mld euro in giorno debutto

·1 minuto per la lettura
Il logo di Universal Music Group (UMG) a Zurigo

AMSTERDAM (Reuters) - Il titolo Universal Music Group è balzato di oltre un terzo nel giorno del debutto in Borsa, con gli investitori che scommettono che il boom dello streaming musicale durerà ancora a lungo.

La più grande etichetta discografica del mondo, che rappresenta cataloghi musicali e musicisti del calibro di Billie Eilish, Rolling Stones e Bob Dylan, ha visto il valore di mercato balzare a 47 miliardi di euro nella più importante Ipo europea di quest'anno.

La società è stata scorporata dalla francese Vivendi, che ha consegnato una quota del 60% della casa discografica agli azionisti. Vivendi ha visto il suo valore di mercato scendere di due terzi a circa 12 miliardi di euro, secondo i dati Refinitiv, mentre sposta la propria attenzione su altri asset dei media come il marchio della pay TV Canal+.

Il titolo Universal ha chiuso a 25,1 euro, in rialzo del 35,68% rispetto al prezzo di riferimento di 18,50 euro. Bolloré, che detiene il 27% di Vivendi, è salito del 2% circa.

Al prezzo odierno Universal -- maggiore etichetta discografica tra le "big three" -- scambia a un premio di circa il 25% rispetto all'unica rivale quotata in Borsa, la Warner Music, ha sottolineato l'analista di Bernstein Matti Littunen.

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Milano Sabina Suzzi, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli