Annuncio pubblicitario
Italia markets closed
  • Dow Jones

    40.426,30
    +10,86 (+0,03%)
     
  • Nasdaq

    18.035,08
    +27,51 (+0,15%)
     
  • Nikkei 225

    39.594,39
    -4,61 (-0,01%)
     
  • EUR/USD

    1,0858
    -0,0035 (-0,33%)
     
  • Bitcoin EUR

    60.869,37
    -1.072,64 (-1,73%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.356,15
    -29,11 (-2,10%)
     
  • HANG SENG

    17.469,36
    -166,52 (-0,94%)
     
  • S&P 500

    5.567,35
    +2,94 (+0,05%)
     

Via libera Ue con condizioni ad acquisto quota Ita da parte di Lufthansa

Sciopero organizzato dal sindacato Verdi all'aeroporto di Francoforte

BRUXELLES (Reuters) - Lufthansa ha ottenuto il via libera della Commissione Ue all'acquisto del 41% di Ita Airways dal Tesoro per 325 milioni di euro dopo aver accettato di cedere rotte e slot in un deal che aumenterà la sua presenza nel mercato del Sud Europa.

L'approvazione, si legge in una nota della Commissione, è subordinata al pieno rispetto dei rimedi offerti da Lufthansa e dal Mef.

Con l'operazione, il vettore tedesco guadagnerà inoltre alcune importanti rotte a lungo raggio e potrebbe anche assumere la piena proprietà di Ita se la performance finanziaria della compagnia sorta dalle ceneri di Alitalia dovesse migliorare.

Le autorità antitrust Ue hanno chiesto pesanti 'rimedi' a Lufthansa per placare i timori che l'operazione possa ridurre la concorrenza su alcune rotte a corto e lungo raggio in Italia.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

I RIMEDI PROPOSTI PER AVERE L'OK

Lufthansa e il Mef metteranno a disposizione di una o due compagnie aeree rivali gli asset necessari per consentire loro di avviare voli diretti tra Roma o Milano e alcuni aeroporti dell'Europa centrale.

Lufthansa ha fatto sapere di essere in trattative con Easyjet e con la compagnia low-cost spagnola Volotea.

Sarà inoltre garantito che uno di questi concorrenti abbia accesso alla rete domestica di Ita per offrire collegamenti indiretti tra alcuni aeroporti dell'Europa centrale e alcune città italiane diverse da Roma e Milano.

Per quanto riguarda le rotte a lungo raggio, la compagnia risultante dalla fusione stipulerà accordi con i concorrenti per migliorare la loro competitività sulle rotte a lungo raggio di interesse, ad esempio attraverso accordi di interlining o scambi di slot. Questo porterà ad un aumento delle frequenze dei voli diretti e/o a miglioramenti delle connessioni per i voli con scalo su ciascuna delle rotte, dice l'esecutivo Ue.

Lufthansa e il Mef trasferiranno inoltre slot di decollo e atterraggio all'aeroporto di Linate ai concorrenti per le rotte a corto raggio.

(Francesca Piscioneri, editing Cristina Carlevaro)