Italia markets close in 3 hours 51 minutes
  • FTSE MIB

    25.347,93
    -49,79 (-0,20%)
     
  • Dow Jones

    33.876,97
    +586,89 (+1,76%)
     
  • Nasdaq

    14.141,48
    +111,10 (+0,79%)
     
  • Nikkei 225

    28.884,13
    +873,20 (+3,12%)
     
  • Petrolio

    73,15
    -0,51 (-0,69%)
     
  • BTC-EUR

    26.407,70
    -922,92 (-3,38%)
     
  • CMC Crypto 200

    747,97
    -102,38 (-12,04%)
     
  • Oro

    1.784,60
    +1,70 (+0,10%)
     
  • EUR/USD

    1,1901
    -0,0024 (-0,20%)
     
  • S&P 500

    4.224,79
    +58,34 (+1,40%)
     
  • HANG SENG

    28.309,76
    -179,24 (-0,63%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.120,28
    +7,95 (+0,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8563
    +0,0013 (+0,16%)
     
  • EUR/CHF

    1,0942
    +0,0006 (+0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,4735
    +0,0006 (+0,04%)
     

Vivere bene con poco, la storia di Carlo Bonaccorsi

Vivere con 500 euro al mese? “Impossibile” è la prima risposta che quasi tutti daremmo a questa domanda, a meno che non si provi a fare una vita piena di riduzioni, rinunce e tutto quello che di negativo si può associare a questo concetto. Poi, volete mettere: con l’aumento dell’Iva al 22%, le bollette, le varie Imu, Tares e Tasi, insomma con tutte quelle tasse la volontà di vivere con poco non può certo bastare.

Eppure, c’è chi lo fa, lo faceva già un anno fa e continua a farlo, nonostante tutto. Carlo Bonaccorsi, 51 anni, lo avevamo intervistato un anno fa, la sua storia aveva dato adito anche a tante discussioni e così siamo andati a vedere a distanza di 12 mesi se è ancora la scelta di vivere con 500 euro al mese (che per lui è la somma di una rendita data da un’assicurazione sulla vita e dal canone di affitto di un suo magazzino) a guidare la sua vita o se magari, invece, ha cambiato idea.

Leggi la precedente intervista a Carlo Bonaccorsi

“No, tutt’altro”, è la prima cosa che mi dice, un po’ stupito che si torni a parlare di lui che invece tende a mantenere un basso profilo e che il massimo di “mondanità” che si concede è il suo blog “Vivere con 500 euro al mese” .

Carlo, in un anno le cose sono peggiorate o migliorate? Insomma, cosa è cambiato?
“Vivo nello stesso modo, niente affatto pentito (Carlo aveva lasciato un lavoro a tempo indeterminato che lo teneva così impegnato da non lasciargli mai il tempo per se stesso e per vivere, ndr). Certo, le spese sono aumentate e aumentano, ma continuo a vivere con 500 euro al mese. In quest’anno, ho anche sperimentato Air b ‘n b per affittare la mia casa, anche se vivendo fuori Roma, non ricevo tantissime richieste, ma è sicuramente un modo anche per arrotondare quando ci sono spese improvvise. Ma più di questo, negli ultimi 12 mesi ho scoperto che c’è un mondo fuori”.

In che senso?
“Che se ci fermiamo a quello che ci raccontano, insomma se non usciamo, non sappiamo come vive davvero la gente. Quest’anno ho provato diverse volte il carpooling che è sì un modo di viaggiare risparmiando, ma è soprattutto un mezzo per conoscere persone nuove. E in uno di questi spostamenti ho incontrato un ragazzo disoccupato che, partendo da un bisogno, si è inventato un lavoro. Vedendo che c’era gente interessata a spostarsi tra Napoli e Firenze, città in cui lui si reca spesso perché ci vive la fidanzata, ha preso un pulmino a 8 posti e ha deciso di fare su e giù lui trasportando chi doveva fare quella tratta e non può permettersi i costi dei treni ad alta velocità. Facendo anche fermate intermedie, io infatti ho usufruito del servizio fino a Roma. Dovreste vedere come affronta seriamente il suo lavoro, come è puntuale e preciso. Questa nuova società della condivisione porta la gente a ingegnarsi”.

Be’, d’altra parte, si dice che “la crisi aguzza l’ingegno”…
“Io credo che la spinta economica sia iniziale, ma poi la gente capisce che il riempirsi la vita di cose materiali non ha senso e che sono i rapporti interpersonali che valgono davvero. In quest’anno mi hanno scritto parecchie persone, qualcuno poco d’accordo, molti che condividevano la scelta e mi hanno raccontato il loro modo di vivere”.

Nel computo dei 500 euro mensili ci sono anche uscite, serate culturali ecc… o ci rinunci?
“No, non ci ho mai rinunciato né l’ho fatto ultimamente. D’altra parte, anche andare a teatro, con siti come Atrapalo.it (che permette di comprare biglietti a poco e pagarli poche ore prima dello spettacolo, ndr) o iniziative come i last minute Agis per la città di Roma, consentono di risparmiare e godersi spettacoli a poco”.

Tu sembri sereno, secondo te perché tanti che vorrebbero dedicarsi più a se stessi, non provano a farlo?
“Forse abbiamo paura delle cose che non conosciamo, più si sente dire che c’è la crisi, più la persona è restia a lasciare il lavoro anche se infelice. Io credo che crisi o no, non bisogna mai dimenticare di investire nel proprio talento, che è una cosa che prima o poi torna. E non bisogna spendere chissà che, può essere anche un corso di preparazione di dolci online. La vita è una questione di priorità e anche se sembra banale, il tempo è una risorsa finita, se uno è veramente infelice, ha il diritto, ma soprattutto il dovere di anche solo provare a cambiare le cose”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli