Italia Markets open in 2 hrs 47 mins

Wall Street irrefrenabile trascina le Borse europee

Giancarlo Marcotti
 

E’ ancora la Borsa americana a suonare la carica, il Dow Jones, otto sedute dopo aver sfondato quota 24.000, supera anche quota 24.500 punti, e le Piazze europee, sempre titubanti, timidamente, seguono a distanza.

Londra (+0,6%) supera nuovamente un livello psicologico importantissimo, quello dei 7.500 punti, Parigi (+0,8%) è la migliore di giornata e Francoforte (+0,5%) conferma la tenuta di quota 13.000 punti.

A soffrire un po’ di più la nostra Piazza Affari, sospinta dai titoli petroliferi e frenata dai bancari, il Ftse Mib (+0,16%) ha ritrovato la freccia verde proprio nei minuti finali.

Nonostante la variazione contenuta dell’indice la seduta è risultata tutt’altro che noiosa. Protagoniste in negativo le Banche popolari, sul fondo Bper Banca (-3,49%), Ubi Banca (Amsterdam: UF8.AS - notizie) (-3,00%) e Banco BPM (-2,21%), in rosso anche Banca MPS (Amsterdam: BJ6.AS - notizie) (-0,36%).

Molto atteso l’aggiornamento del piano industriale 2019 di Unicredit (EUREX: DE000A163206.EX - notizie) (-1,02%), il mercato lo ha accolto abbastanza freddamente anche se i “propositi” di Jean Pierre Mustier sono decisamente ambiziosi.

Mediobanca (Milano: MB.MI - notizie) (+0,05%) e soprattutto Intesa (+1,04%) hanno invece trovato nuovi compratori.

Giornata decisamente negativa per Salvatore Ferragamo (Londra: 0P52.L - notizie) (-2,84%) penalizzata da un report di HSBC che ha tagliato sia il rating che il target price.

Continua poi il momento non felice delle utilities, oggi a pagarne le conseguenze in particolare Snam Rete Gas (-1,13%), Atlantia (EUREX: 1683373.EX - notizie) (-0,58%) e Terna (Amsterdam: TX6.AS - notizie) (-0,58%).

A sorreggere il nostro indice di riferimento, come già anticipato, i titoli petroliferi. In cima alla classifica odierna svetta Tenaris (Amsterdam: TS6.AS - notizie) (+3,00%) giunta al quarto rialzo di fila, molto bene anche Saipem (EUREX: 577305.EX - notizie) (+1,81%) nonostante sul finale abbia ridimensionato il proprio guadagno, stesso discorso per Eni (Euronext: ENI.NX - notizie) (+1,22%) che torna a superare di slancio quota 14 euro.

Termina sul massimo di seduta invece Yoox Net-a-Porter (+1,87%), ma certamente la palma di miglior titolo del giorno spetta a Moncler (+1,65%) che oltrepassa quota 25 euro stabilendo il proprio nuovo record storico.

Concludiamo citando anche gli altri titoli che hanno messo a segno una performance superiore al punto percentuale: Stmicroelectronics (Amsterdam: ST8.AS - notizie) (+1,58%), Finecobank (MDD: FBK.MDD - notizie) (+1,53%) e Mediaset (Amsterdam: MA8.AS - notizie) (+1,51%).

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro

Sei un appassionato di trading?
Partecipa ai nostri webinar gratuiti: http://www.trend-online.com/webinar/

Autore: Giancarlo Marcotti Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online