Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.718,81
    -12,08 (-0,05%)
     
  • Dow Jones

    34.347,03
    +152,97 (+0,45%)
     
  • Nasdaq

    11.226,36
    -58,96 (-0,52%)
     
  • Nikkei 225

    28.283,03
    -100,06 (-0,35%)
     
  • Petrolio

    76,28
    -1,66 (-2,13%)
     
  • BTC-EUR

    15.849,34
    -245,27 (-1,52%)
     
  • CMC Crypto 200

    386,97
    +4,32 (+1,13%)
     
  • Oro

    1.754,00
    +8,40 (+0,48%)
     
  • EUR/USD

    1,0405
    -0,0008 (-0,07%)
     
  • S&P 500

    4.026,12
    -1,14 (-0,03%)
     
  • HANG SENG

    17.573,58
    -87,32 (-0,49%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.962,41
    +0,42 (+0,01%)
     
  • EUR/GBP

    0,8595
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • EUR/CHF

    0,9837
    +0,0023 (+0,23%)
     
  • EUR/CAD

    1,3906
    +0,0028 (+0,20%)
     

Autorità antitrust Ue preparano accuse contro Meta - fonti

Un uomo in piedi davanti a un'insegna di Meta, il nuovo nome della società precedentemente nota come Facebook, presso la sua sede a Menlo Park

BRUXELLES (Reuters) - Le autorità antitrust della Ue stanno mettendo a punto contestazioni contro Meta, controllante di Facebook,per l'utilizzo dei dati dei clienti e per aver associato il servizio di annunci al social network.

Lo hanno detto fonti vicine alla situazione, chiedendo di rimanere anonime.

La Commissione europea, che può imporre multe fino al 10% dei ricavi globale di un'azienda per violazioni delle norme antitrust, e Meta non hanno commentato.

La Commissione ha avviato un'indagine sulla società di social network nel giugno dello scorso anno. Anche l'agenzia garante della concorrenza britannica ha avviato un'indagine lo stesso giorno.

Negli ultimi mesi, la Commissione ha chiesto ai competitor di Meta di rimuovere le informazioni riservate dalle loro comunicazioni all'autorità di regolamentazione. In genere, questo è il preludio dell'invio da parte della Commissione alle aziende sotto indagine di una comunicazione di obiezioni che descrive in dettaglio quelle che considera pratiche anti-concorrenziali.

La piattaforma di annunci di Meta, denominata Facebook Marketplace, è stata lanciata nel 2016 ed è utilizzata in 70 Paesi per acquistare e vendere oggetti.

Politico è stato il primo a riferire dell'imminente invio di una comunicazione degli addebiti.

(Tradotto da Chiara Bontacchio, editing Gianluca Semeraro)