Italia markets close in 1 hour 24 minutes
  • FTSE MIB

    26.856,50
    +50,31 (+0,19%)
     
  • Dow Jones

    35.653,87
    +163,18 (+0,46%)
     
  • Nasdaq

    15.342,72
    +106,88 (+0,70%)
     
  • Nikkei 225

    28.820,09
    -278,15 (-0,96%)
     
  • Petrolio

    82,45
    -0,21 (-0,25%)
     
  • BTC-EUR

    52.766,42
    +1.781,22 (+3,49%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.481,81
    +62,43 (+4,40%)
     
  • Oro

    1.804,20
    +5,40 (+0,30%)
     
  • EUR/USD

    1,1669
    +0,0062 (+0,54%)
     
  • S&P 500

    4.578,94
    +27,26 (+0,60%)
     
  • HANG SENG

    25.555,73
    -73,01 (-0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.226,14
    +5,26 (+0,12%)
     
  • EUR/GBP

    0,8460
    +0,0019 (+0,23%)
     
  • EUR/CHF

    1,0669
    +0,0021 (+0,20%)
     
  • EUR/CAD

    1,4418
    +0,0078 (+0,54%)
     

Borsa Milano, in calo dopo rally vigilia, giù auto, resistono banche

·2 minuto per la lettura
Una donna davanti l'ingresso della Borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Piazza Affari apre la seduta in deciso ribasso dopo il rally della vigilia trascinato dal settore bancario.

A pesare sull'avvio di tutti i listini europei, in scia alla debolezza delle borse asiatiche, sono i rialzi dei rendimenti dei bond europei e dei Treasury Usa in un mercato che sconta il rafforzarsi dei timori sul fronte inflazionistico e l'attesa di probabili ricadute sui tempi del tapering.

Anche la discesa, oltre le attese, degli ordini all'industria tedeschi ad agosto, spinge gli investori alla cautela in attesa, sempre sul fronte macro, dei dati Adp sull'occupazione nel settore privato Usa che saranno diffusi nel pomeriggio.

Lo spread tra Italia e Germania sale a 106,5 punti base dai 104,1 della chiusura precedente.

Intorno alle 9,30 l'indice FTSE Mib perde l'1,4%.

Tra i titoli in evidenza:

In calo il settore automotive, con Stellantis in discesa del 2,5%, Ferrari dell'1,8% e CNH del 2%.

Tornano le vendite su STM (-2,1%) dopo il parziale recupero di ieri. Pesanti anche Atlantia (-2,6%) e Moncler(-2,3%)

Bancari fiacchi, ma in sostanziale tenuta rispetto all'andamento negativo di tutta la borsa. Baco Bpm e Unicredit, entrambi in leggero rialzo dello 0,3%, continuano ad attrarre l'interesse degli investitori sulle attese di M&A. Deutsche Bank ha migliorato a 'buy' il giudizio su Unicredit mentre ha tagliato a 'hold' quello su Mediobanca che cede oltre il 2%.

Sui petroliferi Saipem sale dello 0,7% mentre ENI limita i cali allo 0,8% sostenuto dai continui rialzi del prezzo del greggio ai massimi del 2014.

Tra i titoli minori realizzi su As Roma, in flessione di oltre il 4% dopo il balzo di ieri

(Andrea Mandalà, in redazione a Roma Stefano Bernabei)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli