Annuncio pubblicitario
Italia markets close in 3 hours 34 minutes
  • FTSE MIB

    34.577,03
    +116,51 (+0,34%)
     
  • Dow Jones

    39.671,04
    -201,95 (-0,51%)
     
  • Nasdaq

    16.801,54
    -31,08 (-0,18%)
     
  • Nikkei 225

    39.103,22
    +486,12 (+1,26%)
     
  • Petrolio

    78,15
    +0,58 (+0,75%)
     
  • Bitcoin EUR

    64.483,22
    +90,95 (+0,14%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.509,10
    +6,44 (+0,43%)
     
  • Oro

    2.368,40
    -24,50 (-1,02%)
     
  • EUR/USD

    1,0853
    +0,0026 (+0,24%)
     
  • S&P 500

    5.307,01
    -14,40 (-0,27%)
     
  • HANG SENG

    18.868,71
    -326,89 (-1,70%)
     
  • Euro Stoxx 50

    5.056,64
    +31,47 (+0,63%)
     
  • EUR/GBP

    0,8516
    +0,0007 (+0,08%)
     
  • EUR/CHF

    0,9905
    -0,0001 (-0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4827
    +0,0010 (+0,07%)
     

Borsa Milano in netto rialzo, corre Tim, strappa Ivs, volatile Saipem, spunti su Nexi

Dettaglio dell'ingresso della Borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Piazza Affari si rafforza verso metà seduta, in linea con l'andamento positivo delle altre borse europee.

Sul fronte macro dal Pmi della zona euro è emersa un'attività economica cresciuta al ritmo più rapido da circa un anno, ma questo, comunque, non impedirà alla Bce di tagliare i tassi in giugno, secondo gli analisti.

A Wall Street i futures indicano un avvio al momento in lieve rialzo per gli indici Usa.

Intorno alle 12,30 l'indice Ftse Mib segna un rialzo dell'1,30% sui massimi di seduta. Volumi pari a 1,14 miliardi di euro.

I titoli in evidenza oggi

Fra le blue chip, volatile Saipem, partita in netto calo, arrivando a cedere oltre il 4% nel durante, dopo i risultati del primo trimestre sotto le attese. Il titolo si è poi ripreso e guadagna il 2% a seguito delle indicazioni del management nel corso della call con gli analisti di stamani. In particolare l'AD Alessandro Puliti ha detto che la oil service è in trattative avanzate per due importanti progetti in africa occidentale.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Nel comparto è molto forte Maire che avanza del 3,55%. Il prezzo del petrolio spinge Eni che sale dello 0,85%.

L'altro tema del giorno riguarda Telecom Italia con le ordinarie e le risparmio in gran spolvero a +3,7% e +4,9%. Il mercato apprezza la decisione del principale socio Vivendi di astenersi all'assemblea di oggi, spianando così la strada alla riconferma dell'attuale AD Pietro Labriola, fautore del piano di cessione della rete del gruppo a Kkr. Secondo Equita, "si tratta di un esito positivo per il titolo" in quanto "rimuove una prima importante incertezza sull'esecuzione del piano di riduzione del debito, elemento essenziale per garantire la sostenibilità finanziaria del gruppo e supportare il re-rating del titolo".

Ben raccolte le banche con UniCredit in crescita dell'1,7% e Intesa Sanpaolo dell'1,3%. Mps sale dello 0,91%.

In netto rialzo Nexi che avanza del 4,4%, titolo trascurato dal mercato da diverso tempo.

Fuori dal paniere, corre Ivs, in rialzo del 10,56% e si adegua al prezzo di 7,15 euro per azione proposto nell'Opa che E-Coffee Solutions, società controllata dal gruppo Lavazza, lancerà sulla totalità delle azioni per il delisting. Prosegue anche oggi il rialzo di Bioera, in salita del 20% circa in scia alla notizia dell'accordo di investimento con Hara Immobiliare per il salvataggio della società nell'ambito della procedura di composizione negoziata della crisi.

Infine, in spolvero anche De Longhi (+6%). Banca Akros ed Equita si attendono un buon inizio d'anno in vista dei risultati trimestrali il prossimo 10 maggio. Entrambi i broker mantengono la raccomandazione "Buy" sul titolo e un prezzo obiettivo rispettivamente a 38 e 35 euro.

(Giancarlo Navach, editing Andrea Mandalà)