Italia markets open in 8 hours 3 minutes
  • Dow Jones

    34.792,67
    -323,73 (-0,92%)
     
  • Nasdaq

    14.780,53
    +19,24 (+0,13%)
     
  • Nikkei 225

    27.584,08
    -57,75 (-0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,1841
    -0,0027 (-0,22%)
     
  • BTC-EUR

    33.469,80
    +901,97 (+2,77%)
     
  • CMC Crypto 200

    977,06
    +50,30 (+5,43%)
     
  • HANG SENG

    26.426,55
    +231,73 (+0,88%)
     
  • S&P 500

    4.402,66
    -20,49 (-0,46%)
     

Borsa Usa in calo su crollo tech cinese e timori crescita

·2 minuto per la lettura
Un cartello stradale a Wall Street fuori dalla Borsa di New York

(Reuters) - Gli indici principali di Wall Street sono in netto ribasso, con la diffusione della variante Delta che genera dubbi sulla ripresa economica mentre il crollo dei titoli tech cinesi sembra aver contagiato il resto del mercato.

A livello globale gli investitori si fanno cauti rispetto ai rischi. L'azionario è in calo mentre volano i prezzi dei bond sui timori generati dal giro di vite di Pechino sulle aziende cinesi quotate all'estero e dai dubbi su una ripresa economica globale sostenuta.

Didi Global, gigante cinese dei trasporti online che si è trovata al centro di un movimento di sell-off dopo che la sua app è stata tolta dagli app-store cinesi, perde il 6,04%

Calano anche le altre aziende cinesi quotate negli Usa, sulla scia delle perdite registrate a Shanghai e Hong Kong, con il gigante dell'e-commerce ALIBABA che cede il 4,1% e il motore di ricerca BAIDU che segna un calo di 4,8%.

Nel frattempo il presidente della Federal Reserve di Atlanta Raphael Bostic ha spiegato che un picco di casi variante Delta altamente contagiosa potrebbe mettere a rischio la ripresa economica negli Usa.

Le minute del meeting di giugno della Fed pubblicate ieri mostrano come i funzionari della banca centrale americana pensino che l'economia Usa abbia ancora molta strada da fare e pertanto potrebbero non essere pronti ad abbracciare delle politiche restrittive.

In effetti, il report del dipartimento del Lavoro ha mostrato come le richieste di sussidi di disoccupazione siano aumentate inaspettatamente a 373.000 nella settimana che si è conclusa il 3 luglio. Alcuni economisti intervistati da Reuters avevano previsto un totale di 350.000 richieste.

Alle 16,45 il Dow Jones perde l'1,31% a 34.226,09 punti, l'S&P 500 cede l'1,27% a 4.303,25 punti e il Nasdaq è ribasso di 1,22% a 14.486,48 punti

Tesla ha perso il 2,1% dopo aver reso noto di aver venduto a giugno meno veicoli prodotti in Cina rispetto a maggio.

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli