Italia markets open in 5 hours 58 minutes
  • Dow Jones

    33.891,02
    -34,99 (-0,10%)
     
  • Nasdaq

    11.887,45
    -119,50 (-1,00%)
     
  • Nikkei 225

    27.728,23
    +34,58 (+0,12%)
     
  • EUR/USD

    1,0742
    +0,0012 (+0,11%)
     
  • BTC-EUR

    21.273,87
    -294,49 (-1,37%)
     
  • CMC Crypto 200

    524,10
    -1,03 (-0,20%)
     
  • HANG SENG

    21.373,90
    +151,74 (+0,72%)
     
  • S&P 500

    4.111,08
    -25,40 (-0,61%)
     

Borsa Usa in leggero ribasso, Amazon balza su solido Cyber Monday

Diversi pacchi Amazon in un centro di smistamento in New Jersey, negli Stati Uniti

(Reuters) - I principali indici di Wall Street perdono terreno tra i timori per le proteste nelle principali città cinesi contro le rigide misure contro il Covid-19, anche se i guadagni di Amazon su vendite record per il Cyber Monday hanno contribuito a limitare le perdite.

Intorno alle ore 16,50 italiane, il Dow Jones perde 247,61 punti, o lo 0,72%, a 34.098,40, lo S&P 500 scivola di 36,26 punti, o dello 0,90%, a 3.989,59, e il Nasdaq cede 75,02 punti, o lo 0,68%, a 11.149,68.

Tutti e tre gli indici hanno chiuso la settimana del Ringraziamento in rialzo, con il Dow Jones in rialzo dell'1,78%.

Amazon balza dello 0,6% in seguito a uno studio di settore secondo cui la spesa per il Cyber Monday, il più grande giorno di shopping online negli Stati Uniti, potrebbe raggiungere gli 11,6 miliardi di dollari, incoraggiata da forti sconti e offerte per attirare i consumatori attenti all'inflazione.

Pesa sull'indice di riferimento S&P 500 il titolo Apple, in calo dell'1,8% su indiscrezioni di un'ulteriore riduzione della produzione a causa dei disordini nella prima fabbrica di iPhone del mondo in Cina.

Le rare proteste nelle principali città cinesi durante il fine settimana contro i rigidi limiti imposti dal Paese per il Covid-19 hanno colpito le aspettative di crescita della seconda economia mondiale.

Il settore energetico S&P 500 cede il 2,5%, dopo che i prezzi del petrolio sono scesi vicino ai minimi di quest'anno in seguito alle proteste in Cina.

Scambi misti per gli altri titoli 'growth', come Microsoft, Meta Platforms, nVidia, Netflix e Tesla.

(Tradotto da Enrico Sciacovelli, editing Stefano Bernabei)