Italia markets open in 3 hours 44 minutes
  • Dow Jones

    34.764,82
    +506,50 (+1,48%)
     
  • Nasdaq

    15.052,24
    +155,40 (+1,04%)
     
  • Nikkei 225

    30.200,89
    +561,49 (+1,89%)
     
  • EUR/USD

    1,1744
    -0,0003 (-0,02%)
     
  • BTC-EUR

    37.929,32
    +472,33 (+1,26%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.114,64
    +5,72 (+0,52%)
     
  • HANG SENG

    24.591,51
    +80,53 (+0,33%)
     
  • S&P 500

    4.448,98
    +53,34 (+1,21%)
     

Borse Europa In forte calo su timori tapering, crollo materie prime colpisce minerari

·2 minuto per la lettura
La Borsa di Francoforte

(Reuters) - Le borse europee perdono circa il 2% sui crescenti timori che il 'tapering' della politica monetaria globale possa avvenire prima del previsto, mentre il crollo dei prezzi delle materie prime affossa i titoli minerari.

Alle 10,25, lo STOXX 600 paneuropeo è in ribasso dell'1,96%, al minimo di due settimane, con i titoli minerari in calo del 4,63%, indirizzati a registrare il giorno peggiore in oltre un anno.

Sebbene la Banca centrale europea abbia finora mantenuto stabile la sua politica monetaria, l'aumento dell'inflazione ha spinto alcuni banchieri a dire che deve iniziare a tenere a freno le sue politiche accomodanti che sono state determinanti nel portare lo STOXX 600 a livelli record.

L'attenzione si sposterà ora sulla conferenza annuale dei banchieri centrali che si terrà negli Stati Uniti a Jackson Hole alla fine di agosto, dove il presidente della Fed Jerome Powell potrebbe segnalare che è pronto per iniziare ad allentare il sostegno monetario.

La presidente della Bce Christine Lagarde non parteciperà alla conferenza, ha detto un portavoce della Bce questa settimana.

I titoli bancari tra cui HSBC, particolarmente esposta al mercato asiatico, la spagnola BBVA e la francese BNP PARIBAS perdono tra il 2,4% e il 3,3%.

L'indice dei viaggi e del tempo libero è in calo del 2,41% a causa di un'impennata dei casi della variante Delta del coronavirus, che si è aggiunta ai timori di rallentamento della crescita globale, oscurando una solida stagione di utili societari del secondo trimestre.

Perde il 2,72% il fornitore svizzero di materiali da costruzione Geberit, che ha messo in guardia su un aumento dei prezzi delle materie prime.

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Milano Sabina Suzzi, alice.schillaci@thomsonreuters.com, +48587696614)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli