Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.534,57
    -451,13 (-1,96%)
     
  • Dow Jones

    33.791,88
    -207,16 (-0,61%)
     
  • Nasdaq

    12.715,87
    -249,47 (-1,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.930,33
    -11,77 (-0,04%)
     
  • Petrolio

    91,24
    +0,74 (+0,82%)
     
  • BTC-EUR

    21.434,97
    -2.030,29 (-8,65%)
     
  • CMC Crypto 200

    512,52
    -29,09 (-5,37%)
     
  • Oro

    1.762,90
    -8,30 (-0,47%)
     
  • EUR/USD

    1,0047
    -0,0045 (-0,44%)
     
  • S&P 500

    4.236,46
    -47,28 (-1,10%)
     
  • HANG SENG

    19.773,03
    +9,12 (+0,05%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.730,32
    -47,06 (-1,25%)
     
  • EUR/GBP

    0,8488
    +0,0034 (+0,41%)
     
  • EUR/CHF

    0,9625
    -0,0024 (-0,24%)
     
  • EUR/CAD

    1,3043
    -0,0018 (-0,14%)
     

Borse Europa in rialzo grazie a banche e Hsbc che compensano debolezza dati

Panoramica della borsa di Francoforte

(Reuters) - Le borse europee segnano un rialzo grazie al balzo dei titoli bancari dopo gli ottimi risultati di Hsbc, che hanno compensato i timori di un rallentamento dell'economia globale, alimentati dai deludenti dati economici cinesi e da una contrazione dell'attività manifatturiera della zona euro.

L'indice paneuropeo STOXX 600 è in aumento dello 0,1% in un contesto di scambi volatili.

La spinta maggiore all'indice è data da Hsbc, quotata a Londra, che è balzata del 5,9% dopo aver riportato un utile superiore alle aspettative. La società ha anche respinto la proposta del primo azionista Ping An Insurance Group Co of China di dividere l'istituto di credito, sostenendo che la mossa risulterebbe costosa.

L'indice dei bancari sale dell'1,9%.

Venerdì scorso, i titoli europei hanno registrato la migliore performance mensile da novembre 2020, grazie agli utili positivi delle aziende europee, anche se il sentiment generale è rimasto fragile a causa dei timori di un rallentamento economico.

Ad accrescere i timori che il blocco possa cadere in recessione, i dati di oggi hanno mostrato una contrazione dell'attività manifatturiera il mese scorso, con le aziende costrette ad accumulare i beni invenduti a causa della debolezza della domanda.

In Germania, motore dell'economia europea, i dati hanno mostrato nella prima metà del 2022 il maggiore calo delle vendite al dettaglio su base annua in quasi tre decenni, a causa dell'inflazione, del conflitto in Ucraina e della pandemia.

Heineken scivola dell'1,9% dopo che il secondo produttore di birra al mondo ha abbandonato il proprio margin target per il 2023 a causa dell'aumento dei costi.

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Francesca Piscioneri)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli