Italia markets closed
  • Dow Jones

    30.316,32
    +825,43 (+2,80%)
     
  • Nasdaq

    11.176,41
    +360,97 (+3,34%)
     
  • Nikkei 225

    26.992,21
    +776,42 (+2,96%)
     
  • EUR/USD

    0,9991
    +0,0164 (+1,67%)
     
  • BTC-EUR

    20.371,65
    +618,63 (+3,13%)
     
  • CMC Crypto 200

    460,91
    +15,47 (+3,47%)
     
  • HANG SENG

    17.079,51
    -143,32 (-0,83%)
     
  • S&P 500

    3.790,93
    +112,50 (+3,06%)
     

Buterin attacca Ripple: “hanno provato ad asfaltarci”

Buterin attacca Ripple: “hanno provato ad asfaltarci”
Buterin attacca Ripple: “hanno provato ad asfaltarci”


Vitalik Buterin, il co-creatore di Ethereum (CRYPTO:ETH), si dice lieto di vedere che la gente di Ethereum stia spingendo contro le normative che privilegiano ETH rispetto ad altre "criptovalute legittime", ma ha affermato che il token XRP di Ripple Labs ha "perso il diritto alla protezione".

Cosa è successo

I commenti di Buterin sono giunti in risposta a un tweet del fondatore di Bankless DAO David Hoffman; questi infatti ha condiviso una pagina di assistenza della piattaforma canadese di crypto trading Newton.

Buterin, cittadino canadese, ha affermato di non aver approfondito i dettagli sulle limitazioni imposte al trading di alcune criptovalute e se si trattava di una "decisione di compliance" della piattaforma oppure di un obbligo di legge.

“​Sono lieto di vedere che la gente di Ethereum stia spingendo contro le normative che privilegiano ETH rispetto ad altre criptovalute legittime”.

Nel thread, Hoffman ha detto che se Newton avesse imposto limitazioni all’acquisto di token XRP, "non avrebbe detto nulla". Buterin gli ha dato manforte rispondendo che "XRP ha già perso il diritto alla protezione quando hanno cercato di asfaltarci sostenendo che eravamo ‘controllati dalla Cina’”.

Leggi anche: Quanto pesa il fenomeno insider trading su Coinbase?

Perché è importante

A dicembre 2020 Ripple aveva detto alla Securities and Exchange Commission che Bitcoin (CRYPTO:BTC) ed Ethereum erano "altamente suscettibili di controllo cinese perché entrambe sono soggette alla regola della maggioranza semplice, mentre XRPL impedisce una centralizzazione analoga".

La dichiarazione di Ripple aveva scatenato l’ira di Buterin, secondo il quale l’azienda stava sprofondando a "nuovi livelli di stranezza".

Mercoledì Buterin ha anche ricordato di essersi opposto al divieto sulle criptovalute proof of work da parte dei governi.

Movimento dei prezzi

Al momento della pubblicazione, Ethereum era in calo dell’8,77% a 1,699.76 dollari, e XRP perdeva il 10,42% a 0,3388 dollari. Dati di Benzinga Pro.

Vuoi fare trading come un professionista? Prova GRATIS la Newsletter Premium 4 in 1 di Benzinga Italia con azionibreakoutcriptovalute e opzioni.

Continua a leggere su Benzinga Italia