Italia markets open in 4 hours 39 minutes
  • Dow Jones

    34.269,16
    -473,66 (-1,36%)
     
  • Nasdaq

    13.389,43
    -12,43 (-0,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.336,30
    -272,29 (-0,95%)
     
  • EUR/USD

    1,2139
    -0,0013 (-0,11%)
     
  • BTC-EUR

    47.097,28
    +743,64 (+1,60%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.540,12
    +1.297,44 (+534,63%)
     
  • HANG SENG

    28.087,52
    +73,71 (+0,26%)
     
  • S&P 500

    4.152,10
    -36,33 (-0,87%)
     

Cambio EUR/USD: Stimoli Rialzisti per Infrangere la Resistenza a 1,21

Alberto Ferrante
·2 minuto per la lettura

Il cambio EUR/USD riprende questa settimana la sua corsa dopo aver chiuso l’ultima sessione di scambi in netto rialzo. L’euro ha infatti continuato a sfruttare l’attuale debolezza del dollaro e la stabilizzazione dei rendimenti statunitensi.

L’indice del dollaro statunitense si è contratto nelle ultime settimane fino a toccare un nuovo minimo di 90,8 punti e si avvia verso una soglia di supporto critica a 90 punti che potrebbe portare il valore ai minimi di Gennaio.

Stamattina, alle ore 9:15, il cambio EUR/USD si trova a 1,2098 mentre l’indice del dollaro statunitense segna quota 90,77 punti.

Analisi Tecnica giornaliera per il cambio EUR/USD

Il cambio EUR/USD si ritrova ancora in una zona critica, molto vicino al livello psicologico di 1,21 e alla prima resistenza tecnica a 1,2115. Il rialzo sopra questo valore non appare più particolarmente complesso da approcciare nel brevissimo termine e implicherebbe un ritorno ai massimi di Marzo 2021, ma il vero test sarà rappresentato dal valore di 1,2150 e poi ancora dal livello di 1,2190.

Il contesto attuale è favorevole per la moneta unica, con un piano di vaccinazioni finalmente più rapido e soprattutto grazie alle dichiarazioni della Banca Centrale Europea che ha ipotizzato un ritorno dell’Economia ai livelli pre-covid a metà 2022.

In caso di un rialzo del dollaro statunitense, il supporto principale è quello rappresentato dal livello di 1,2080 e poi ancora a 1,2050, prima della barriera psicologica posta intorno al valore tondo di 1,20.

Questa settimana, i numerosi dati macroeconomici potranno influenzare seriamente il cambio EUR/USD. Tra i numerosi, si cita sul finire della settimana l’aggiornamento sui PIL degli USA e delle principali economie europee, oltre ai dati sulla  disoccupazione in Germania e negli Stati Uniti.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: