Italia markets close in 8 hours 18 minutes
  • FTSE MIB

    23.264,86
    +416,28 (+1,82%)
     
  • Dow Jones

    31.535,51
    +603,14 (+1,95%)
     
  • Nasdaq

    13.588,83
    0,00 (0,00%)
     
  • Nikkei 225

    29.408,17
    -255,33 (-0,86%)
     
  • Petrolio

    59,86
    -0,78 (-1,29%)
     
  • BTC-EUR

    40.375,81
    +1.715,15 (+4,44%)
     
  • CMC Crypto 200

    973,17
    -13,48 (-1,37%)
     
  • Oro

    1.716,70
    -6,30 (-0,37%)
     
  • EUR/USD

    1,2011
    -0,0049 (-0,41%)
     
  • S&P 500

    3.901,82
    +90,67 (+2,38%)
     
  • HANG SENG

    29.086,89
    -365,68 (-1,24%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.706,62
    +70,18 (+1,93%)
     
  • EUR/GBP

    0,8648
    -0,0005 (-0,06%)
     
  • EUR/CHF

    1,1016
    -0,0002 (-0,02%)
     
  • EUR/CAD

    1,5236
    +0,0005 (+0,03%)
     

Cattolica vede utile operativo 2020 a 360-380 mln, a 265-290 million in 2021

·1 minuto per la lettura

MILANO (Reuters) - Cattolica stima un risultato operativo 2020 tra 360 e 380 milioni di euro, leggermente meglio della previsione indicata nel corso dell'anno a 350-375 milioni.

Tuttavia nel 2021 il risultato operativo è visto in calo a 265-290 milioni per il venir meno della joint-venture Lombarda Vita con Ubi Banca. Dalla cessione della quota Lombarda Vita è attesa per Cattolica una plusvalenza tra 100 e 110 milioni sul consolidato dell'anno, dice una nota.

Il Cda, che oggi ha esaminato i risultati preliminari 2020, ha anche approvato il piano 'rolling' 2021-23 che si basa sul presidio della profittabilità dei rami Danni, sull'incremento dell'efficienza operativa con ottimizzazione dei costi e semplificazione dei processi, sul recupero della sostenibilità nel Vita e sulla riduzione della volatilità del Solvency II con la diversificazione del portafoglio.

Per il 2020 il gruppo stima una raccolta diretta premi nei Danni di circa 2,1 miliardi, in linea con il 2019, mentre quella Vita è attesa a 3,7 miliardi da 4,8 miliardi dell'anno prima.

Per il 2021 invece è prevista una raccolta premi complessiva di 5,2 miliardi, di cui 2,1 miliardi nei Danni e 3,1 miliardi nel Vita.

Queste stime sono basate sull'ipotesi di continuità del perimetro di consolidamento senza Lombarda Vita.

Il piano include i primi effetti della partnership industriale annunciata la scorsa estate con Generali.

(Gianluca Semeraro, in redazione a Milano Sabina Suzzi)