Annuncio pubblicitario
Italia Markets close in 1 hr 31 mins
  • FTSE MIB

    34.551,18
    +90,66 (+0,26%)
     
  • Dow Jones

    39.443,68
    -227,36 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    16.871,38
    +69,84 (+0,42%)
     
  • Nikkei 225

    39.103,22
    +486,12 (+1,26%)
     
  • Petrolio

    78,39
    +0,82 (+1,06%)
     
  • BTC-EUR

    62.891,69
    -1.250,08 (-1,95%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.485,83
    -16,83 (-1,12%)
     
  • Oro

    2.357,70
    -35,20 (-1,47%)
     
  • EUR/USD

    1,0838
    +0,0011 (+0,0975%)
     
  • S&P 500

    5.307,52
    +0,51 (+0,01%)
     
  • HANG SENG

    18.868,71
    -326,89 (-1,70%)
     
  • Euro Stoxx 50

    5.049,17
    +24,00 (+0,48%)
     
  • EUR/GBP

    0,8520
    +0,0011 (+0,13%)
     
  • EUR/CHF

    0,9907
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4823
    +0,0007 (+0,05%)
     

Deutsche Bank, utile trim1 in rialzo del 10%, oltre attese

Il logo Deutsche Bank fuori dalla sede del gruppo a Malaga, Spagna

FRANCOFORTE (Reuters) - Deutsche Bank ha registrato un aumento del 10% dell'utile nel primo trimestre, superiore alle attese, grazie alla ripresa del trading sul reddito fisso e delle attività M&A, che ha spinto i ricavi della divisione di investment banking.

L'utile netto di pertinenza degli azionisti è risultato pari a 1,275 miliardi di euro nel trimestre. Questo dato si confronta con l'utile di 1,158 miliardi di euro visto l'anno precedente e supera le aspettative degli analisti per un utile di circa 1,2 miliardi di euro.

L'investment banking è diventata nuovamente la maggiore fonte di ricavi rispetto alla più grande divisione retail, che di recente ha beneficiato di tassi di interesse più elevati ma ha sofferto di problemi di servizio ai clienti.

Si tratta del quindicesimo trimestre positivo consecutivo, dopo le pesanti perdite viste nell'ultimo decennio.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

I ricavi dell'investment banking sono aumentati del 13% nel trimestre, facendo meglio del +6,9% previsto. Il calo dei ricavi nella divisione corporate, pari al 5%, ha invece deluso le aspettative, che indicavano un calo del 3,5%, mentre la contrazione dei ricavi della divisione retail, del 2%, è risultata in linea alle previsioni.

(Tradotto da Enrico Sciacovelli, editing Gianluca Semeraro)