Italia markets closed
  • FTSE MIB

    21.354,65
    +60,79 (+0,29%)
     
  • Dow Jones

    31.097,26
    +321,83 (+1,05%)
     
  • Nasdaq

    11.127,84
    +99,11 (+0,90%)
     
  • Nikkei 225

    25.935,62
    -457,42 (-1,73%)
     
  • Petrolio

    108,46
    +2,70 (+2,55%)
     
  • BTC-EUR

    18.261,02
    -427,78 (-2,29%)
     
  • CMC Crypto 200

    420,84
    +0,70 (+0,17%)
     
  • Oro

    1.812,90
    +5,60 (+0,31%)
     
  • EUR/USD

    1,0426
    -0,0057 (-0,54%)
     
  • S&P 500

    3.825,33
    +39,95 (+1,06%)
     
  • HANG SENG

    21.859,79
    -137,10 (-0,62%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.448,31
    -6,55 (-0,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8623
    +0,0016 (+0,19%)
     
  • EUR/CHF

    1,0002
    -0,0005 (-0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,3434
    -0,0056 (-0,42%)
     

Eni avvierà Ipo Plenitude prossime settimane, sbarcherà a Piazza Affari

Il logo Eni a Novara

MILANO (Reuters) - Eni alza il velo sul collocamento in borsa di Plenitude, la controllata per il retail e le energie rinnovabili, che sarà quotata su Euronext Milan attraverso un'Ipo attesa nelle prossime settimane.

Secondo una nota della major petrolifera, l'Ipo consisterà in un'offerta al pubblico indistinto in Italia e in un collocamento privato riservato ad investitori qualificati in Italia e nello Spazio Economico Europeo e investitori istituzionali esteri al di fuori degli Stati Uniti d'America.

Sul mercato dovrebbe andare il 30% del capitale, come aveva annunciato l'AD di Eni, Claudio Descalzi, lo scorso novembre a seconda delle condizioni di mercato. Eni continuerà a detenere una quota di maggioranza in Plenitude, mantenendone il consolidamento.

È previsto che il flottante richiesto ai fini della quotazione sia realizzato attraverso la vendita di azioni da parte di Eni. L'operazione consentirà di attrarre nuovi flussi di capitale per Eni, massimizzando il valore di mercato di Plenitude e della partecipazione detenuta da Eni e liberando nuove risorse da allocare nel proprio percorso di transizione energetica, spiega la società.

Andando un po' più nel dettaglio, una nota di Plenitude spiega che l’offerta è prevista nelle prossime settimane subordinatamente alle condizioni di mercato e al ricevimento del nullaosta in relazione all’ammissione alla quotazione da parte di Borsa Italiana e all’approvazione del prospetto da parte di Consob.

"La cessione sul mercato di una parte del business libererà un valore significativo e accelererà la sua crescita, aiutando Eni a tagliare le emissioni Scope 3 attualmente generate dai propri clienti, un passo fondamentale per raggiungere il nostro net zero target. Continueremo a investire in innovazione per accelerare la transizione energetica e garantire che le nostre nuove attività dispongano dei modelli operativi e di finanziamento necessari per crescere rapidamente", ha così commentato Descalzi.

Stamani, inoltre, Eni e la norvegese HitecVision hanno reso noto di avere completato il collocamento di un'ulteriore quota del 5% complessivo del capitale dell'azienda petrolifera norvegese Vaar Energi. Eni ha ceduto l'1,2% e HitecVision il 3,8% per un controvalore totale di 530 milioni di dollari.

In Borsa il titolo Eni si muove piatto, facendo meglio rispetto al resto del mercato con l'indice Ftse Mib in calo dello 0,45%.

In una nota, l'analista di Bestinver, Marco Opipari, sottolinea che "la vendite di quote di minoranza in alcuni dei propri asset (Var Energi, Plenitude e forse il Sustainable Mobility Business e la jv in Angola con BP), trasformerà la controllante in una holding company di asset quotati che il mercato valuta a sconto come somma delle parti. Il nostro range di valutazione sale fra 15 e 16 euro per azione".

(Giancarlo Navach, editing Sabina Suzzi, Stefano Bernabei)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli