Italia markets close in 7 hours 29 minutes
  • FTSE MIB

    23.252,88
    -11,98 (-0,05%)
     
  • Dow Jones

    31.535,51
    +603,14 (+1,95%)
     
  • Nasdaq

    13.588,83
    0,00 (0,00%)
     
  • Nikkei 225

    29.408,17
    -255,33 (-0,86%)
     
  • Petrolio

    60,01
    -0,63 (-1,04%)
     
  • BTC-EUR

    40.781,11
    +1.882,52 (+4,84%)
     
  • CMC Crypto 200

    983,72
    -2,93 (-0,30%)
     
  • Oro

    1.719,10
    -3,90 (-0,23%)
     
  • EUR/USD

    1,2006
    -0,0054 (-0,44%)
     
  • S&P 500

    3.901,82
    +90,67 (+2,38%)
     
  • HANG SENG

    29.095,86
    -356,71 (-1,21%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.708,96
    +2,34 (+0,06%)
     
  • EUR/GBP

    0,8648
    -0,0005 (-0,06%)
     
  • EUR/CHF

    1,1026
    +0,0008 (+0,07%)
     
  • EUR/CAD

    1,5228
    -0,0004 (-0,03%)
     

EUR/USD: il Fiber guarda al nuovo valore critico di 1,19

Alberto Ferrante
·2 minuto per la lettura

Dopo una lunga agonia poco sopra quota 1,20, il cambio EUR/USD si è portato ieri ulteriormente al ribasso sfondando una soglia di supporto che solo pochi giorni fa sarebbe parsa di difficile approccio.

Alle ore 8:40 di oggi, il cambio EUR/USD si trova intorno a quota 1,1957, ancora in calo. Il cross ha quindi raggiunto valori molto interessanti per gli investitori e il crollo delle ultime ore potrebbe quindi innescare un nuovo ciclo di vendite in grado di spingere il cambio ancora al ribasso, anche verso l’altro valore critico rappresentato da quota 1,19.

Dal canto suo, già da giorni il dollaro statunitense si sta imponendo contro le principali divise mondiali, riflettendo la rinnovata fiducia per la ripresa dell’economia statunitense già nel medio periodo.

Il rialzo del biglietto verde trova testimonianza nell’indice del dollaro statunitense, che ha superato quota 91,5 punti.

EUR/USD ancora in calo. BCE continuerà a monitorare i tassi di cambio.

Il superamento della soglia di supporto precedente per il cambio EUR/USD è giunto proprio nella giornata del report BCE, ieri 4 Febbraio 2021.

Secondo la Banca Centrale Europea, le condizioni per i tassi di cambio continueranno a mantenersi accomodanti a causa della forte incertezza sui mercati.

Il Consiglio ha comunque ribadito che continuerà a monitorare l’andamento del tasso di cambio e dell’inflazione, che si mantiene molto contenuta a causa della debole domanda e dei mercati del lavoro nazionali che non possono ancora operare a pieno regime.

Per quanto concerne l’impatto economico della pandemia, la BCE ha semplicemente confermato la valutazione precedente, evidenziando come a soffrire particolarmente sia il comparto dei servizi, a fronte di una maggiore resilienza del manifatturiero.

La settimana volge al termine quest’oggi con pochi market movers di rilievo per il cambio EUR/USD, ma si attenderanno in giornata i dati aggiornati sul saldo della bilancia commerciale statunitense.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: