Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.938,52
    -66,88 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.580,08
    -59,71 (-0,17%)
     
  • Nasdaq

    15.085,47
    -295,85 (-1,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.029,57
    +276,20 (+1,00%)
     
  • Petrolio

    66,22
    -0,28 (-0,42%)
     
  • BTC-EUR

    43.347,58
    -4.561,53 (-9,52%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.367,14
    -74,62 (-5,18%)
     
  • Oro

    1.782,10
    +21,40 (+1,22%)
     
  • EUR/USD

    1,1317
    +0,0012 (+0,10%)
     
  • S&P 500

    4.538,43
    -38,67 (-0,84%)
     
  • HANG SENG

    23.766,69
    -22,24 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.080,15
    -27,87 (-0,68%)
     
  • EUR/GBP

    0,8550
    +0,0056 (+0,66%)
     
  • EUR/CHF

    1,0378
    -0,0019 (-0,18%)
     
  • EUR/CAD

    1,4528
    +0,0056 (+0,39%)
     

Euro Dollaro, Previsioni: Cambia lo Scenario Con i Nuovi Minimi Dopo i Dati Inflazione USA

·2 minuto per la lettura

Dopo i dati sull’inflazione statunitense in netto aumento a causa del settore alimentare e del carburante, il dollaro statunitense è  impennato rapidamente, come testimonia l’indice DXY (US Dollar Index) attualmente sopra i 95 punti.

Come prevedibile, i dati inflattivi hanno pesato sul Fiber, che ha testato nuovi minimi.

Stamattina, alle ore 10:00, il cambio Euro Dollaro si trova a 1,1467.

Le ultime 24 ore del cambio Euro Dollaro

Nella mattinata di ieri, fino a meno di 24 ore fa, il cambio euro dollaro sembrava aver ripreso quota e si trovava non troppo lontano dalla resistenza a 1,16. Dopo i dati sull’inflazione statunitense, la moneta unica è stata pressata dal rialzo repentino del dollaro statunitense e ha subito un nuovo crollo verso nuovi minimi annuali.

Il supporto a 1,15 non è riuscito a rallentare in alcun modo la corsa ribassista e il Fiber si è così spinto verso il livello attuale, molto vicino a un nuovo supporto intermedio di 1,1450, tutt’altro che coriaceo.

Previsioni sul cambio Euro Dollaro

Dopo il crollo di ieri, l’attenzione è puntata proprio sul livello di 1,1450 su cui la moneta unica tenterà probabilmente di poggiarsi per evitare ulteriori ribassi.

Se la pressione sul Fiber dovesse proseguire, allora con grande probabilità il cambio Euro Dollaro potrebbe effettivamente rompere il supporto e dirigersi verso nuovi minimi. Il target ribassista di breve termine vedrebbe infatti il cambio Euro Dollaro anche sotto 1,4/1,1420.

Il trend ribassista subirebbe un’ulteriore accelerazione in caso di crollo sotto 1,14 e nel breve o medio termine il cambio Euro Dollaro potrebbe persino avvicinarsi all’area di 1,1280, ai minimi di fine Maggio 2020.

Per recuperare terreno, invece, il cambio euro dollaro necessita in primo luogo di un ritorno all’area di 1,15 che si è rivelato un supporto inadeguato, ma che potrebbe rappresentare un livello di resistenza adesso più complesso da approcciare per la moneta unica.

Un ritorno sopra 1,15 potrebbe essere seguito dal test di resistenza di 1,1550 che permetterebbe al cambio euro dollaro di smorzare la nuova pressione ribassista per riprendere un consolidamento in un’area meno pericolosa.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli