Italia markets open in 6 hours 51 minutes
  • Dow Jones

    29.225,61
    -458,13 (-1,54%)
     
  • Nasdaq

    10.737,51
    -314,13 (-2,84%)
     
  • Nikkei 225

    26.422,05
    0,00 (0,00%)
     
  • EUR/USD

    0,9825
    +0,0006 (+0,06%)
     
  • BTC-EUR

    19.912,11
    -42,84 (-0,21%)
     
  • CMC Crypto 200

    446,44
    +0,46 (+0,10%)
     
  • HANG SENG

    17.165,87
    -85,01 (-0,49%)
     
  • S&P 500

    3.640,47
    -78,57 (-2,11%)
     

Europa guarda a SpaceX di Musk per sostituire razzi russi

Un razzo Space X Falcon 9 decolla, con a bordo 53 satelliti Internet Starlink,

PARIGI (Reuters) - L'Agenzia spaziale europea (Esa) ha avviato discussioni tecniche preliminari con SpaceX di Elon Musk che potrebbero portare all'utilizzo temporaneo dei suoi vettori per le missioni spaziali. Ciò dopo che il conflitto in Ucraina ha impedito ai paesi occidentali l'accesso ai razzi Soyuz della Russia.

Il competitor statunitense dell'europea Arianespace è emerso, insieme al Giappone e all'India, come uno dei principali contendenti per colmare una lacuna temporanea, ma le decisioni definitive dipendono dal calendario ancora in via di definizione a causa del ritardo del razzo europeo Ariane 6.

"Direi che ci sono due opzioni e mezzo che stiamo discutendo. Una è SpaceX, ovviamente. Un'altra è forse il Giappone", ha detto a Reuters Josef Aschbacher, direttore generale dell'Esa.

"Il Giappone sta aspettando il lancio inaugurale del suo razzo di nuova generazione. Un'altra opzione potrebbe essere l'India", ha aggiunto Aschbacher in un'intervista.

"Direi che SpaceX è il più operativo tra questi e certamente uno dei possibili lanci che stiamo valutando", ha detto Aschbacher.

Aschbacher ha fatto sapere che i colloqui sono ancora in fase esplorativa e che qualsiasi soluzione di riserva sarà temporanea.

"Naturalmente dobbiamo assicurarci che i razzi siano idonei. Non è come salire su un autobus", ha aggiunto. Ad esempio, l'interfaccia tra satellite e lanciatore deve essere adeguata e il carico utile non deve essere compromesso da anomale vibrazioni nel lancio.

"Stiamo valutando la compatibilità tecnica, ma non abbiamo ancora richiesto un'offerta commerciale. Vogliamo solo assicurarci che questa sia un'opzione per poter prendere una decisione sulla richiesta di un'offerta commerciale definitiva", ha detto Aschbacher.

SpaceX ha rifiutato di commentare.

(Tradotto da Chiara Bontacchio, editing Stefano Bernabei)