Italia markets closed
  • FTSE MIB

    26.565,41
    -317,06 (-1,18%)
     
  • Dow Jones

    34.725,47
    +564,69 (+1,65%)
     
  • Nasdaq

    13.770,57
    +417,79 (+3,13%)
     
  • Nikkei 225

    26.717,34
    +547,04 (+2,09%)
     
  • Petrolio

    87,29
    +0,68 (+0,79%)
     
  • BTC-EUR

    33.902,05
    +838,15 (+2,53%)
     
  • CMC Crypto 200

    863,83
    +21,37 (+2,54%)
     
  • Oro

    1.790,10
    -3,00 (-0,17%)
     
  • EUR/USD

    1,1152
    +0,0005 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.431,85
    +105,34 (+2,43%)
     
  • HANG SENG

    23.550,08
    -256,92 (-1,08%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.136,91
    -48,06 (-1,15%)
     
  • EUR/GBP

    0,8320
    -0,0008 (-0,10%)
     
  • EUR/CHF

    1,0375
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4232
    +0,0044 (+0,31%)
     

Evergrande, titoli a nuovo minimo su timori default; Kaisa manca scadenza pagamento

·1 minuto per la lettura
Il logo del China Evergrande Group a Shenzhen

HONG KONG (Reuters) - Le azioni del gruppo China Evergrande hanno toccato il minimo storico dopo che una scadenza di pagamento del debito non rispettata ha messo lo sviluppatore immobiliare a rischio di diventare il più grande insolvente cinese, anche se le speranze di una ristrutturazione gestita del debito abbiano calmato i timori di un collasso disordinato.

Finora, tutte le conseguenze dei problemi di Evergrande sono state ampiamente contenute, e con i politici che diventano più espliciti e i mercati più familiari con la questione, è meno probabile che le conseguenze di tali problemi abbiano un impatto più ampio, hanno detto gli osservatori del mercato.

L'incapacità di Evergrande di pagare 82,5 milioni di dollari di interessi dovuti il mese scorso su alcuni bond in dollari statunitensi avrebbe innescato un default incrociato sui suoi circa 19 miliardi di dollari di bond internazionali, con possibili ramificazioni sull'economia cinese e oltre.

Il trading dei titoli della più piccola concorrente in difficoltà Kaisa Group Holdings è stato sospeso, dopo che una fonte a conoscenza della questione ha riferito che è improbabile che questa riesca a rispettare la scadenza del debito offshore di 400 milioni di dollari prevista ieri.

Kaisa, il più grande detentore cinese di debito offshore tra gli sviluppatori immobiliari dopo Evergrande, non ha ripagato il bond del 6,5% prima della fine della giornata lavorativa asiatica, ha detto la fonte, il che potrebbe spingere i bond in default tecnico, innescando default incrociati sui suoi bond offshore per un totale di quasi 12 miliardi di dollari.

Non è stato al momento possibile avere un commento da Kaisa.

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Roma Francesca Piscioneri)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli