Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.718,81
    -12,08 (-0,05%)
     
  • Dow Jones

    34.347,03
    +152,97 (+0,45%)
     
  • Nasdaq

    11.226,36
    -58,96 (-0,52%)
     
  • Nikkei 225

    28.283,03
    -100,06 (-0,35%)
     
  • Petrolio

    76,28
    -1,66 (-2,13%)
     
  • BTC-EUR

    15.837,56
    -177,87 (-1,11%)
     
  • CMC Crypto 200

    386,97
    +4,32 (+1,13%)
     
  • Oro

    1.754,00
    +8,40 (+0,48%)
     
  • EUR/USD

    1,0405
    -0,0008 (-0,07%)
     
  • S&P 500

    4.026,12
    -1,14 (-0,03%)
     
  • HANG SENG

    17.573,58
    -87,32 (-0,49%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.962,41
    +0,42 (+0,01%)
     
  • EUR/GBP

    0,8595
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • EUR/CHF

    0,9837
    +0,0023 (+0,23%)
     
  • EUR/CAD

    1,3906
    +0,0028 (+0,20%)
     

Forex, euro e sterlina in rialzo, mercato digerisce dati

L'illustrazione mostra le monete da un euro e da una sterlina britannica.

LONDRA (Reuters) - Euro e sterlina sono in rialzo nei confronti del dollaro mentre il mercato ragiona sui recenti dati macro.

Attorno alle 11,50, la sterlina guadagna lo 0,6% a 1,1830 sulla valuta Usa, non lontano dal massimo di due mesi e mezzo di 1,1855, dopo i dati macro che hanno mostrato un aumento della disoccupazione.

Ing si aspetta un rialzo da 50 punti base da parte della Banca d'Inghilterra al meeting di dicembre con il "tasso di disoccupazione in lieve rialzo più a causa del blocco delle assunzioni che dell'aumento dei licenziamenti".

In Gran Bretagna il cosiddetto 'Autumn Budget', la legge di Bilancio, verrà reso noto giovedì: "non si contano i report su quali misure possono essere annunciate... Ci aspettiamo altre notizie con un impatto sulla sterlina", spiega Francesco Pesole di Ing.

Il ministro delle Finanze britannico Jeremy Hunt ha detto che ridurre il debito è l'unica possibilità per far scendere l'inflazione.

Attorno alle 11,50, l'euro vale 1,0430 sul dollaro, non lontano dal massimo dai primi di luglio toccato in mattinata a 1,0436: i trader hanno citato la lettura di novembre dell'indice Zew che ha mostrato un andamento migliore rispetto alle attese.

L'indice sul dollaro cede oltre 0,6% a 105,984, toccando brevemente il minimo di tre mesi.

(versione italiana Sara Rossi, editing Stefano Bernabei)