Italia markets closed
  • FTSE MIB

    26.950,74
    -149,88 (-0,55%)
     
  • Dow Jones

    33.926,01
    -127,93 (-0,38%)
     
  • Nasdaq

    12.006,96
    -193,86 (-1,59%)
     
  • Nikkei 225

    27.509,46
    +107,41 (+0,39%)
     
  • Petrolio

    73,23
    -2,65 (-3,49%)
     
  • BTC-EUR

    21.598,25
    -231,03 (-1,06%)
     
  • CMC Crypto 200

    535,42
    -1,43 (-0,27%)
     
  • Oro

    1.865,90
    -50,40 (-2,63%)
     
  • EUR/USD

    1,0798
    -0,0113 (-1,04%)
     
  • S&P 500

    4.136,48
    -43,28 (-1,04%)
     
  • HANG SENG

    21.660,47
    -297,89 (-1,36%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.257,98
    +16,86 (+0,40%)
     
  • EUR/GBP

    0,8954
    +0,0038 (+0,43%)
     
  • EUR/CHF

    0,9993
    +0,0030 (+0,30%)
     
  • EUR/CAD

    1,4467
    -0,0055 (-0,38%)
     

Greggio, prezzi in rialzo su miglioramento prospettive di Cina

Una pompa petrolifera a Soudron, in Francia

LONDRA (Reuters) - I prezzi del petrolio salgono fino a oltre 88 dollari al barile ed estendono i guadagni della scorsa settimana, grazie a un outlook più forte legato alle attese di una ripresa economica della Cina, principale importatore di petrolio, nel corso di quest'anno.

Intorno alle 11,55 il Brent è in rialzo di 49 centesimi, o 0,56%, a 88,13 dollari, mentre il greggio statunitense West Texas Intermediate avanza di 36 centesimi, o 0,44%, a 82,01 dollari al barile.

Scambi rallentanti in Asia a causa della festività del Capodanno lunare, ma secondo gli analisti l'ottimismo sulla riapertura della Cina farà probabilmente salire i prezzi del petrolio.

L'aumento del traffico cinese in vista delle festività del Capodanno lunare è di buon auspicio per la domanda di carburante dopo le due settimane di vacanza.

L'Unione europea e il G7 imporranno un tetto ai prezzi dei prodotti raffinati russi a partire dal 5 febbraio, in aggiunta al tetto ai prezzi del greggio russo in vigore da dicembre e all'embargo Ue sulle importazioni di greggio russo trasportato via mare.

Il G7 ha deciso di rimandare la revisione della soglia del price cap del petrolio russo a marzo, un mese più tardi di quanto inizialmente previsto, per avere il tempo di valutare l'impatto del tetto dei prezzi dei prodotti petroliferi.

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Claudia Cristoferi)