Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.970,73
    +112,53 (+0,49%)
     
  • Dow Jones

    33.948,66
    +187,61 (+0,56%)
     
  • Nasdaq

    13.104,08
    +56,89 (+0,44%)
     
  • Nikkei 225

    28.871,78
    +324,80 (+1,14%)
     
  • Petrolio

    88,68
    -3,41 (-3,70%)
     
  • BTC-EUR

    23.793,36
    -362,43 (-1,50%)
     
  • CMC Crypto 200

    575,70
    -15,06 (-2,55%)
     
  • Oro

    1.796,10
    -19,40 (-1,07%)
     
  • EUR/USD

    1,0176
    -0,0081 (-0,79%)
     
  • S&P 500

    4.296,11
    +15,96 (+0,37%)
     
  • HANG SENG

    20.040,86
    -134,76 (-0,67%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.789,62
    +12,81 (+0,34%)
     
  • EUR/GBP

    0,8421
    -0,0036 (-0,42%)
     
  • EUR/CHF

    0,9617
    -0,0038 (-0,39%)
     
  • EUR/CAD

    1,3119
    +0,0017 (+0,13%)
     

Greggio in ribasso su timori recessione che compensano scarsità offerta

Una miniatura di barili di greggio davanti a un grafico

LONDRA (Reuters) - Il prezzo del petrolio scivola, con i timori di una recessione globale, che andrebbe a pesare sulla domanda, hanno fatto passare in secondo piano le preoccupazioni per la scarsità dell'offerta, dovuta alla diminuzione della produzione Opec, ai disordini in Libia e alle sanzioni imposte alla Russia.

I dati mostrano che l'inflazione della zona euro ha toccato un altro record a giugno, confermando le prospettive di un rapido aumento dei tassi da parte della Banca centrale europea a partire da questo mese.

Il sentiment dei consumatori statunitensi ha toccato un minimo storico a giugno.

Intorno alle 10,50 il Brent perde 84 centesimi, o lo 0,75%, a 110,82 dollari al barile, dopo essere sceso di oltre 1 dollaro nei primi scambi. Il greggio statunitense Wti scivola di 90 centesimi, o dello 0,81%, a 107,55 dollari.

Quest'anno il Brent ha sfiorato il massimo storico di 147 dollari al barile raggiunto nel 2008, con l'invasione dell'Ucraina da parte della Russia che ha aumentato le preoccupazioni sull'offerta. Nonostante i timori di una recessione, la scarsità dell'offerta contribuisce a contenere le perdite.

L'Opec non è riuscita a raggiungere l'obiettivo di aumentare la produzione a giugno, secondo un sondaggio Reuters. [OPEC/O] La produzione dell'Ecuador è stata recentemente colpita dai disordini nel Paese e uno sciopero in Norvegia potrebbe contribuire a ridurre le forniture questa settimana.

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Cristina Carlevaro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli