Annuncio pubblicitario
Italia Markets close in 3 hrs 6 mins
  • FTSE MIB

    33.816,53
    -64,97 (-0,19%)
     
  • Dow Jones

    37.775,38
    +22,07 (+0,06%)
     
  • Nasdaq

    15.601,50
    -81,87 (-0,52%)
     
  • Nikkei 225

    37.068,35
    -1.011,35 (-2,66%)
     
  • Petrolio

    82,15
    -0,58 (-0,70%)
     
  • BTC-EUR

    61.399,25
    +2.877,68 (+4,92%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.337,28
    +24,66 (+1,92%)
     
  • Oro

    2.393,80
    -4,20 (-0,18%)
     
  • EUR/USD

    1,0663
    +0,0017 (+0,1600%)
     
  • S&P 500

    5.011,12
    -11,09 (-0,22%)
     
  • HANG SENG

    16.224,14
    -161,73 (-0,99%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.917,97
    -18,60 (-0,38%)
     
  • EUR/GBP

    0,8559
    +0,0003 (+0,04%)
     
  • EUR/CHF

    0,9681
    -0,0029 (-0,30%)
     
  • EUR/CAD

    1,4660
    +0,0009 (+0,06%)
     

Ita Airways, non abbiamo 'piano B' perché crediamo in deal con Lufthansa - Turicchi

Una donna passa davanti al logo di Ita all'aeroporto di Fiumicino

ROMA (Reuters) - Ita Airways non ha un 'piano B' perché crede nell'operazione con Lufthansa, che ritiene andrà avanti nonostante i rilievi sollevati da Bruxelles.

Lo ha detto il presidente Antonino Turicchi ai giornalisti.

"Quello che vi posso dire è che da parte del ministero dell'Economia e di Lufthansa c'è un forte commitment a studiare le soluzioni" e rispondere ai rilievi della Commissione europea, ha dichiarato.

La Commissione Ue lunedì ha reso noto che l'offerta di Lufthansa per una quota di minoranza di Ita Airways potrebbe danneggiare la concorrenza e portare a un aumento dei prezzi.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Secondo l'autorità antitrust Ue l'operazione minaccia la concorrenza sulle rotte a corto raggio tra l'Italia e i paesi dell'Europa centrale, nonché sulle rotte a lungo raggio tra l'Italia e gli Stati Uniti, il Canada e il Giappone. Inoltre rafforzerebbe la posizione dominante di Ita nell'aeroporto di Milano Linate.

"Non abbiamo un piano B perché crediamo fortemente nel piano A", ha aggiunto Turicchi.

"Abbiamo forti elementi da mettere sul tavolo per poter evidenziare che questa è una operazione attraverso la quale riteniamo che la concorrenza aumenti... a beneficio del consumatore".

(Angelo Amante, in redazione Sabina Suzzi, editing Stefano Bernabei)