Italia markets close in 3 hours 54 minutes
  • FTSE MIB

    22.667,53
    +16,75 (+0,07%)
     
  • Dow Jones

    31.188,38
    +257,86 (+0,83%)
     
  • Nasdaq

    13.457,25
    +260,07 (+1,97%)
     
  • Nikkei 225

    28.756,86
    +233,60 (+0,82%)
     
  • Petrolio

    53,07
    -0,24 (-0,45%)
     
  • BTC-EUR

    26.445,91
    -1.208,20 (-4,37%)
     
  • CMC Crypto 200

    632,39
    -68,22 (-9,74%)
     
  • Oro

    1.870,40
    +3,90 (+0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,2152
    +0,0037 (+0,30%)
     
  • S&P 500

    3.851,85
    +52,94 (+1,39%)
     
  • HANG SENG

    29.927,76
    -34,71 (-0,12%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.637,89
    +13,85 (+0,38%)
     
  • EUR/GBP

    0,8848
    -0,0019 (-0,21%)
     
  • EUR/CHF

    1,0768
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,5329
    +0,0039 (+0,26%)
     

Italia, Prometeia rivede a rialzo Pil 2020, riduce stima 2021, guarda a fondi Ue

·1 minuto per la lettura
La facciata di palazzo Chigi illuminata con i colori della bandiera italiana

ROMA (Reuters) - Prometeia migliora la stima del Pil 2020 mentre riduce la portata del rimbalzo atteso il prossimo anno, quando il contributo alla ripresa dai fondi Ue dovrebbe essere dello 0,3%.

Nelle nuove stime del centro studi il Pil quest'anno è atteso in flessione del 9,1% dal -9,6% stimato a settembre. Nel 2021 la crescita dovrebbe essere del 4,8%, contro il 6,2% previsto in precedenza.

Secondo le stime del governo il Pil nel 2020 subirà una contrazione del 9%, in peggioramento rispetto al -8% che era l'obiettivo di aprile, per poi crescere del 6% il prossimo anno.

Per il quarto trimestre, la nota di Prometeia stima un calo del Pil pari al 3,2%, mentre la flessione nel periodo gennaio-marzo dovrebbe essere dello 0,4%, con l'attività che "dovrebbe riprendere in misura più sostenuta a partire dall'estate dell'anno prossimo, grazie anche all'arrivo dei primi fondi" europei.

"Sull'utilizzo efficace ed efficiente dei 209 miliardi (di Next Generation Ue) a disposizione si gioca la sfida principale dei prossimi anni", sottolinea in una nota Prometeia.

Secondo il centro studi, l'Italia riuscirà a spendere l'80% dei fondi a disposizione nel 2021-2023.

Lo spread Btp-Bund sul tratto decennale, sceso recentemente fino a 107 punti base, dovrebbe restare intorno ai 120 punti base per tutto il 2021, per poi scendere sotto i 100 a metà 2023.

(Antonella Cinelli, in redazione a Milano Alessia Pé)