Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.745,40
    -55,20 (-0,16%)
     
  • Nasdaq

    13.850,00
    -50,19 (-0,36%)
     
  • Nikkei 225

    29.538,73
    -229,33 (-0,77%)
     
  • EUR/USD

    1,1913
    +0,0009 (+0,07%)
     
  • BTC-EUR

    50.459,69
    -367,30 (-0,72%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.286,49
    -8,10 (-0,63%)
     
  • HANG SENG

    28.453,28
    -245,52 (-0,86%)
     
  • S&P 500

    4.127,99
    -0,81 (-0,02%)
     

Juventus, perdita più che raddoppiata in sem1 2020/21 per effetto Covid-19

·1 minuto per la lettura
Logo della Juventus allo Stadium di Torino

MILANO (Reuters) - La Juventus ha archiviato il primo semestre a fine dicembre dell'esercizio 2020/2021 con una perdita più che raddoppiata a 113,7 milioni di euro scontando gli effetti del Covid-19 e della conseguente chiusura dello stadio.

Le misure restrittive imposte dalle autorità amministrative, sanitarie e sportive hanno determinato un impatto negativo sui ricavi quantificabile 50 milioni di euro, si legge in una nota.

Complessivamente il fatturato è sceso del 20% circa a 258,3 milioni, nonostante i maggiori introiti provenienti dai diritti radiotelevisivi a causa del posticipo dall'esercizio precedente di alcune partite e il positivo andamento di pubblicità e sponsorizzazioni.

Migliora leggermente l'indebitamento che a fine anno scende a 357,8 milioni grazie ad alcuni flussi positivi della gestione operativa e agli incassi legati alle campagne trasferimenti.

Il club bianconero stima una perdita per l'intero esercizio 2020/2021, che a differenza di quello precedente sconta per intero gli effetti della pandemia, "anche per il rilevante impatto derivante dalla chiusura dello stadio al pubblico e dalle altre misure contenitive imposte dalle autorità, che penalizzano i ricavi da gare e da vendite di prodotti".

(Andrea Mandalà, in redazione a Roma Francesca Piscioneri)