Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.119,20
    +504,20 (+2,33%)
     
  • Dow Jones

    31.500,68
    +823,32 (+2,68%)
     
  • Nasdaq

    11.607,62
    +375,43 (+3,34%)
     
  • Nikkei 225

    26.491,97
    +320,72 (+1,23%)
     
  • Petrolio

    107,06
    +2,79 (+2,68%)
     
  • BTC-EUR

    19.932,02
    -13,92 (-0,07%)
     
  • CMC Crypto 200

    462,12
    +8,22 (+1,81%)
     
  • Oro

    1.828,10
    -1,70 (-0,09%)
     
  • EUR/USD

    1,0559
    +0,0034 (+0,33%)
     
  • S&P 500

    3.911,74
    +116,01 (+3,06%)
     
  • HANG SENG

    21.719,06
    +445,19 (+2,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.533,17
    +96,88 (+2,82%)
     
  • EUR/GBP

    0,8599
    +0,0021 (+0,25%)
     
  • EUR/CHF

    1,0109
    -0,0002 (-0,02%)
     
  • EUR/CAD

    1,3604
    -0,0070 (-0,51%)
     

Migliori azioni italiane del momento da seguire

Quali sono le migliori azioni italiane del momento da seguire e su cui investire ora, per detenerle sul lungo periodo?

Ne presentiamo tre di differenti settori che potrebbero continuare a performare bene o iniziare a performare meglio da qui in poi.

Exor (EXO)

EXOR N.V. (EXO) è una delle principali società d’investimento europee ed è controllata dalla famiglia Agnelli. La storia della società è frutto di oltre un secolo di investimenti. Exor realizza investimenti in diversi settori, prevalentemente in Europa e negli Stati Uniti, concentrando le proprie risorse su poche società di rilevanza globale.

Il prezzo attuale delle azioni Exor è di 64,5 euro e il titolo rischia una ulteriore evoluzione al ribasso di breve termine.

A 6 mesi la performance è negativa del -23,29% e nell’ultimo mese è negativa del -4,67%.

Nonostante questi dati negativi, a 5 anni Exor resta positiva del 4,04% e negli ultimi tre anni del +4,63%, riportano i dati di Morningstar.

Exor investe in società come Ferrari, Stellantis, e CNH Industrial. Possono preoccupare gli investimenti in Juventus Football Club perché il calcio vive una fase delicata sotto il profilo dei conti in tutta Europa.

Il dividend yield di Exor è dello 0,68%.

Axa Assicurazioni

Con un prezzo di 22,87 euro, Axa Assicurazioni risulta in perdita del -14,68% nell’ultimo mese, mentre a 6 mesi le azioni Axa perdono il -11,51%.

Nonostante l’andamento molto negativo sul breve periodo, alzando lo sguardo per verificare i rendimenti di Axa negli ultimi 5 anni, notiamo che il titolo è in positivo del +3,82%, mentre a 3 anni il titolo resta positivo del +5,48%.

La multinazionale francese delle assicurazioni è presente in 61 paesi, ha una base clienti di circa 105 milioni di persone e 171 mila dipendenti che lavorano per essa.

La compagnia sta tenendo in debita considerazione i rischi climatici che potrebbero avere impatti negativi sulla compagnia assicurativa, ma allo stesso tempo offrire protezione a vecchi e nuovi clienti contro eventi atmosferici imprevedibili.

Così nel suo piano industriale 2023 ha introdotto i pilastri clima e ESG da monitorare attraverso indici e programmi ad-hoc in varie industrie e aree di business.

Il dividend yield di Axa Assicurazioni è del 6,78%.

Intesa Sanpaolo (ISP)

Il prezzo delle azioni Intesa Sanpaolo (ISP) soffre, dopo un picco a 2,92 euro per azione il 10 febbraio, le azioni sono precipitate a 1,84 euro per poi tornare a 1,97 euro per azione.

L’evoluzione di breve periodo è positiva per via della ripresa dopo il minimo a 1,83 euro del 9 maggio, ma serve prudenza perché ulteriori ribassi sono ancora possibili.

A 6 mesi le azioni ISP sono in calo del -20,1%, mentre le performance ad un anno sono negative del -17%. Negativo anche l’andamento a 5 anni del -0,85%, mentre a 3 anni le azioni Intesa Sanpaolo sono positive del +1,9%.

Nonostante l’instabilità dei prezzi delle azioni Intesa Sanpaolo, il titolo resta appetibile per via dell’alto dividend yield pari al 10,57%.

In definitiva, il titolo acquistato durante le fasi ribassiste protegge dalla volatilità e permette agli azionisti di beneficiare dell’alto dividendo riconosciuto.

Meglio azioni italiane o azioni USA?

Quando si valuta l’acquisto di azioni USA bisogna anzitutto verificare il cambio valutario tra euro e dollaro, questo perché la valutazione o svalutazione dell’euro nei confronti del dollaro incide sull’investimento in dollari.

In questo periodo, ad esempio, il dollaro costa molto di più rispetto ad alcuni mesi fa. Nel caso in cui si dovesse verificare un ribaltamento della situazione economica, l’euro potrebbe tornare ad apprezzarsi in modo significativo. Questo comporterebbe una perdita sull’investimento dovuta al cambio, indipendentemente dall’andamento nel tempo del titolo acquistato.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli