Italia markets open in 2 hours 13 minutes
  • Dow Jones

    35.754,75
    +35,32 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    15.786,99
    +100,07 (+0,64%)
     
  • Nikkei 225

    28.782,80
    -77,82 (-0,27%)
     
  • EUR/USD

    1,1337
    -0,0008 (-0,07%)
     
  • BTC-EUR

    44.003,28
    -945,04 (-2,10%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.305,21
    +0,10 (+0,01%)
     
  • HANG SENG

    24.249,96
    +253,09 (+1,05%)
     
  • S&P 500

    4.701,21
    +14,46 (+0,31%)
     

Open Fiber, ok senza condizioni Ue ad acquisizione quota Enel da parte di Cdp-Macquarie

·1 minuto per la lettura

MILANO (Reuters) - L'Antitrust Ue ha comunicato di aver approvato, senza condizioni, l'acquisizione della quota di Enel in Open Fiber da parte di Cassa Depositi e Prestiti e del fondo australiano Macquarie.

La notizia era stata anticipata in esclusiva da Reuters l'8 novembre.

Enel e Cdp erano i principali azionisti di Open Fiber, società nata per assicurare la posa di cavi in fibra ottica e ridurre il divario digitale tra l'Italia e il resto d'Europa.

Con la cessione della partecipazione parte di Enel, Cdp sale in Open Fiber al 60%, mentre Macquarie acquista il restante 40%.

La mossa di Cdp potrebbe spianare la strada a una fusione, ventilata da tempo, della rete di Open Fiber con quella di Telecom Italia (Tim).

Cdp è anche il secondo maggior azionista di Tim, alle spalle della francese Vivendi; questo, secondo alcuni analisti, avrebbe potuto rendere più complicato il via libera all'operazione Open Fiber agli occhi dell'autorità dell'Unione europea per la concorrenza.

(Maria Pia Quaglia, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli