Italia markets open in 6 hours 11 minutes

Previsioni giornaliere fondamentali del prezzo del petrolio – Prezzi affondamento on demand; Rapporto EIA sul mercato

James Hyerczyk

Il greggio  U.S. West Texas Intermediate e benchmark internazionale Brent è sceso ai minimi di quattro anni all’inizio di mercoledì, sconvolto dai timori per la domanda di carburante e dall’economia globale tra viaggi e blocchi sociali innescati dall’epidemia di coronavirus in un certo numero di paesi in tutto il mondo.

I prezzi stanno scendendo nonostante gli sforzi per sostenere le economie, con le nazioni più ricche pronte a liberare trilioni di dollari di spesa per ridurre le ricadute dello scoppio del coronavirus, oltre a imporre restrizioni sociali non viste dalla seconda guerra mondiale.

Alle 09:30 GMT, il greggio WTI di maggio sta negoziando $ 26,19, in calo di $ 1,14 o -4,17% e il greggio di giugno Brent è a $ 29,59, in calo di $ 0,82 o -2,70%.

In altre notizie, l’American Petroleum Institute (API) ha stimato martedì un’estrazione a sorpresa del petrolio greggio. Tuttavia, la notizia non è stata abbastanza forte da far deragliare il tono ribassista sul mercato.

Il crollo dei prezzi del petrolio potrebbe costare migliaia di posti di lavoro nel settore energetico

Storicamente, i grandi cali del prezzo del petrolio tendono ad avere un impatto misto sugli americani. Le vendite rapide sono state soddisfatte da rimbalzi altrettanto rapidi, mantenendo al minimo l’impatto dei prezzi più bassi, ma svenimenti più sostenuti possono avere conseguenze economiche reali.

Sul lato positivo, un calo dei prezzi del petrolio di solito porta alla benzina più economica alla pompa e offre alla stragrande maggioranza dei consumatori statunitensi la libertà di spendere altrove. Ma una riduzione del reddito per la frazione di lavoratori statunitensi che vivono o sostengono grandi energie può avere conseguenze più serie per gli stati che ospitano la produzione di petrolio e gas. Tra questi rientrano tipicamente il Texas, il Nord Dakota, l’Alaska, la California e il Nuovo Messico, che insieme rappresentano circa il 67% della produzione di petrolio greggio degli Stati Uniti.

I licenziamenti in tutto il settore potrebbero arrivare più tardi e verificarsi più gradualmente mentre le aziende attendono di vedere quanto tempo rimarrà il petrolio ai nuovi minimi o se la Russia tornerà al tavolo delle trattative.

Rapporto settimanale sulle scorte dell’American Petroleum Institute

L’API ha stimato martedì un’estrazione a sorpresa di inventario di greggio  di 421.000 barili per il fine settimana del 13 marzo. I commercianti stavano cercando una build di 3,5 milioni di barili.

L’API ha anche riportato una grande estrazione di 7,834 milioni di barili di benzina per il fine settimana del 13 marzo, dopo il sorteggio di 3,09 milioni di barili della scorsa settimana. L’estrazione di questa settimana è paragonabile alle aspettative degli analisti per un’estrazione di 3,0 milioni di barili per la settimana.

Anche gli inventari di distillati sono diminuiti, di 3,625 milioni di barili per la settimana, rispetto all’estrazione di 4,679 milioni della scorsa settimana, mentre gli inventari di Cushing sono aumentati di 66.000 barili.

Previsioni giornaliere

Mercoledì alle 14:30 GMT, la US Energy Information Administration (EIA) pubblicherà il suo rapporto settimanale sugli inventari. Si prevede che mostrerà una build di petrolio greggio di 3,5 milioni di barili.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: