Italia markets close in 2 hours 46 minutes
  • FTSE MIB

    19.084,45
    -1,50 (-0,01%)
     
  • Dow Jones

    28.210,82
    -97,97 (-0,35%)
     
  • Nasdaq

    11.484,69
    -31,80 (-0,28%)
     
  • Nikkei 225

    23.474,27
    -165,19 (-0,70%)
     
  • Petrolio

    40,10
    +0,07 (+0,17%)
     
  • BTC-EUR

    10.853,93
    +1.524,52 (+16,34%)
     
  • CMC Crypto 200

    258,73
    +13,84 (+5,65%)
     
  • Oro

    1.907,50
    -22,00 (-1,14%)
     
  • EUR/USD

    1,1829
    -0,0038 (-0,32%)
     
  • S&P 500

    3.435,56
    -7,56 (-0,22%)
     
  • HANG SENG

    24.786,13
    +31,71 (+0,13%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.172,76
    -7,94 (-0,25%)
     
  • EUR/GBP

    0,9027
    +0,0005 (+0,06%)
     
  • EUR/CHF

    1,0722
    -0,0009 (-0,09%)
     
  • EUR/CAD

    1,5561
    -0,0019 (-0,12%)
     

Previsioni giornaliere fondamentali sul prezzo del petrolio – Le perdite di produzione compensano le preoccupazioni sulla domanda debole

James Hyerczyk
·3 minuti per la lettura

Giovedì i futures del petrolio greggio U.S. West Texas Intermediate e benchmark internazionale Brent sono scambiati in rialzo, supportati dalle interruzioni della produzione nel Golfo del Messico degli Stati Uniti e dalla prospettiva di ulteriori perdite di fornitura in Norvegia, nonché dalla speranza di alcuni aiuti per il coronavirus degli Stati Uniti. La notizia sta compensando il rapporto settimanale ribassista sugli inventari della US Energy Information Administration (EIA) di ieri.

Alle 09:17 GMT, il petrolio greggio WTI di dicembre viene scambiato a $ 40,83, in calo di $ 0,60 o -1,49% e il petrolio greggio di dicembre Brent è a $ 42,69, in calo di $ 0,70 o -1,67%.

Preoccupazioni per l’uragano

I lavoratori del petrolio e del gas si sono ritirati dagli impianti di produzione offshore del Golfo degli Stati Uniti mentre si prevedeva che l’uragano Delta si sarebbe intensificato in una potente tempesta di categoria 3. Quasi 1,5 milioni di barili di produzione giornaliera sono stati fermati.

Ci sono alcune previsioni che dicono che temperature dell’acqua più fresche nel nord del Golfo potrebbero indebolire la tempesta prima della discarica. Se Delta si indebolisce, il rally potrebbe svanire.

Lo sciopero in Norvegia continua

Il petrolio ha anche ottenuto sostegno dalla prospettiva di ulteriori interruzioni di produzione nel Mare del Nord a causa di uno sciopero dei lavoratori. Il giacimento Johan Sverdrup, il più grande del Mare del Nord, dovrà chiudere la produzione a meno che lo sciopero non si concluda entro il 14 ottobre.

Lo sciopero potrebbe mettere fuori uso quasi un quarto della produzione petrolifera del paese entro il 14 ottobre, affermano gli operatori, aumentando la prospettiva di ulteriori aumenti dei prezzi sul mercato petrolifero internazionale.

Sei giacimenti offshore di petrolio e gas sono stati chiusi lunedì mentre Lederne ha aumentato il suo sciopero, tagliando la capacità di produzione dell’8%, o circa 330.000 barili di petrolio equivalente al giorno (boepd), ha detto la Norwegian Oil and Gas Association (NOG).

Altri sei giacimenti di petrolio e gas potrebbero chiudersi completamente o parzialmente entro il 14 ottobre, inclusa la piattaforma Ekofisk, ha affermato l’industria.

La più grande interruzione sarebbe il giacimento petrolifero John Sverdrup di Equinor, il più grande del Mare del Nord con una capacità di produzione fino a 470.000 barili di petrolio al giorno, ha detto Equinor mercoledì.

Rapporto settimanale sulle scorte della U.S. Energy Information Administration

Le scorte di petrolio greggio degli Stati Uniti sono aumentate modestamente, in linea con le aspettative, mentre le scorte di benzina e distillati sono diminuite la scorsa settimana, ha detto mercoledì l’Energy Information Administration.

Le scorte di greggio sono aumentate di 501.000 barili nella settimana fino al 2 ottobre a 492,9 milioni di barili, rispetto alle aspettative degli analisti in un sondaggio Reuters per un aumento di 294.000 barili.

Le scorte di benzina degli Stati Uniti sono diminuite di 1,4 milioni di barili nella settimana a 226,80 milioni di barili, il minimo da novembre dello scorso anno, rispetto alle aspettative di un calo di 471.000 barili.

Le scorte di distillati sono diminuite di 962.000 barili, in linea con le aspettative.

Previsioni giornaliere

I future sul petrolio greggio WTI e Brent si muoveranno tanto più in alto quanto gli speculatori sono disposti a prenderli, tenendo presente che l’impatto dell’uragano svanirà in circa 3-4 giorni e lo sciopero potrebbe terminare entro 7-10 giorni. In altre parole, questi non saranno eventi rialzisti a lungo termine.

Nel frattempo, il piano di stimolo degli Stati Uniti è ancora in sospeso, i problemi della domanda di COVID-19 persistono, le forniture globali sono elevate e l’OPEC deve ora affrontare una nuova sfida dall’aumento della produzione in Libia, un membro dell’OPEC esentato dal taglio della produzione.

Tutti i fattori di cui sopra rischiano di limitare i guadagni e potrebbero far abbassare i prezzi una volta che l’uragano e lo sciopero saranno nei libri contabili.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: