Italia Markets close in 5 hrs 14 mins

Previsioni giornaliere fondamentali sul prezzo del petrolio – L’OPEC + potrebbe effettuare tagli più profondi per un periodo più breve

James Hyerczyk

I futures sul petrolio greggio intermedio e internazionale di riferimento del Brent negli Stati Uniti occidentali stanno negoziando nettamente in rialzo lunedì, riprendendo quasi la metà dell’esagerato sell-off di venerdì. La forza iniziale di oggi viene attribuita all’aumento dell’attività manifatturiera in Cina, che ha indicato l’aumento della domanda di carburante, e suggerisce che l’OPEC potrebbe approfondire i tagli alla produzione durante l’incontro di questa settimana, che potrebbe portare a un’offerta più stretta l’anno prossimo.

Alle 10:41 GMT, il greggio WTI di gennaio viene scambiato a $ 56,51, in rialzo di $ 1,34 o +2,43% e il greggio di febbraio Brent è a $ 61,95, in rialzo di $ 1,46 o +2,41%.

La Cina aumenta l’attività manifatturiera

Il quadro della domanda è diventato un po ‘più roseo durante il fine settimana dopo che la Cina ha registrato una forza sorpresa nel suo settore manifatturiero.

Un sondaggio privato sull’attività della fabbrica cinese a novembre è arrivato più forte del previsto lunedì, con l’indice dei responsabili degli acquisti di produzione Caixin/Markit per il mese che è salito a 51,8.

I dati diffusi nel fine settimana hanno mostrato che l’attività della fabbrica in Cina è cresciuta più del previsto. L’indice ufficiale dei responsabili degli acquisti (PMI) era a 50,2 a novembre, secondo il National Bureau of Statistics cinese.

Previsioni giornaliere

Probabilmente vedremo volatilità e possibilmente oscillazioni dei prezzi su due lati questa settimana mentre l’OPEC ei suoi produttori alleati si preparano per quello che dovrebbe essere un incontro interessante il 5 e 6 dicembre.

Venerdì, i prezzi sono crollati in parte perché le speranze di un risultato rialzista dall’incontro sono svanite dopo che i rapporti del ministro dell’energia russo hanno segnalato che è probabile che la Russia chiederà una modifica all’attuale accordo tra OPEC + per frenare la produzione nel tentativo di aumentare i prezzi del greggio.

Le aspettative erano che i tagli alla produzione si estendessero fino all’autunno del 2020 dopo un’estensione prevista a marzo o aprile del prossimo anno e ora sembra molto probabile che si concludano a marzo.

Inoltre, l’Arabia Saudita è un altro giocatore chiave da tenere d’occhio, ha detto il direttore generale Tudor, Pickering, Holt & Co. Michael Bradley. Ha osservato che l’incontro potrebbe ora essere “più controverso del previsto” poiché il paese sta inviando segnali che “non è più kosher” per i paesi che superano le loro quote di produzione.

Il ministro del petrolio iracheno ha dichiarato domenica che l’OPEC e i suoi alleati prenderanno in considerazione di approfondire i loro tagli alla produzione di petrolio di circa 400.000 barili al giorno (bpd) a 1,6 milioni di bpd.

Sulla base di ciò che ho letto, i tagli potrebbero essere più profondi, ma per un periodo di tempo più breve. Resta sintonizzato e preparati per la volatilità fino all’annuncio finale.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: