Italia markets close in 7 hours 33 minutes
  • FTSE MIB

    23.935,93
    -159,07 (-0,66%)
     
  • Dow Jones

    31.261,90
    +8,80 (+0,03%)
     
  • Nasdaq

    11.354,62
    -33,88 (-0,30%)
     
  • Nikkei 225

    27.001,52
    +262,49 (+0,98%)
     
  • Petrolio

    110,98
    +0,70 (+0,63%)
     
  • BTC-EUR

    28.751,67
    +825,86 (+2,96%)
     
  • CMC Crypto 200

    682,69
    +9,31 (+1,38%)
     
  • Oro

    1.854,10
    +12,00 (+0,65%)
     
  • EUR/USD

    1,0603
    +0,0041 (+0,39%)
     
  • S&P 500

    3.901,36
    +0,57 (+0,01%)
     
  • HANG SENG

    20.432,89
    -284,35 (-1,37%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.683,57
    +26,54 (+0,73%)
     
  • EUR/GBP

    0,8445
    -0,0010 (-0,12%)
     
  • EUR/CHF

    1,0295
    +0,0007 (+0,07%)
     
  • EUR/CAD

    1,3555
    -0,0001 (-0,01%)
     

Previsioni Petrolio WTI: Riparte Finalmente il Ribasso?

·2 minuto per la lettura

È ormai un lontano ricordo il rally del prezzo del Petrolio WTI, il quale ha formato il massimo del 2022 a 129,46 $ ma non è riuscito a consolidarsi poiché questo rapido aumento del prezzo è stato causato da un fattore indipendente dalle normali condizioni di mercato. Comunque, nonostante questa premessa, gli ultimi dati provenienti dagli Stati Uniti hanno suggerito che la domanda di greggio rimarrà robusta per tutto il 2022 sebbene al momento il Petrolio WTI è in piena tendenza ribassista.

Riguardo gli ultimi dati USA, l’EIA (Energy Information Administration) nella giornata di mercoledì 20 aprile, ha riportato una riduzione di circa 8 milioni di barili di scorte di greggio. Inoltre, l’EIA ha dichiarato che le esportazioni di petrolio da parte degli Stati Uniti hanno raggiunto il livello più alto mai registrato la scorsa settimana. Probabilmente gli Stati Uniti stanno cercando di colmare la lacuna nelle esportazioni petrolifere russe che generalmente riforniscono i paesi dell’Europa e dell’Asia.

Aggiornamento dati COT Petrolio WTI

Piccolo aggiornamento del consueto report settimanale Commitments of Traders (COT) della Commodity Futures Trading Commission (CFTC), il quale, si ricorda, fornisce un’analisi dettagliata delle posizioni nette degli istituzionali sui mercati dei futures.

Occorre anche menzionare che il COT è considerato da diversi trader retail un indicatore per l’analisi del sentiment dei mercati e questi dati sono utilizzati per capire se il trend di medio/lungo termine possa continuare oppure se ci sono i primi segni di inversione del trend.

Rispetto alla settimana precedente, le posizioni nette degli istituzionali a favore del Petrolio WTI sono diminuite del 1,2%, attestandosi a 304,8K dal precedente 308,6K.

Analisi Tecno-Grafica e previsioni Petrolio WTI

Al momento della scrittura il WTI quota 102,72 $, in territorio leggermente positivo, quasi sulla parità (+0,2%).

La giornata di ieri sembra aver dato il primo input short per il proseguimento della tendenza ribassista attuale. Con la conferma della ripresa del movimento short, i ribassisti guardano con molto interesse l’obiettivo di breve termine rappresentato dal target intermedio 95,83 e l’obiettivo di lungo termine rappresentato dal target intermedio 84,19 $.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli