Italia markets open in 5 hours 13 minutes
  • Dow Jones

    34.269,16
    -473,66 (-1,36%)
     
  • Nasdaq

    13.389,43
    -12,43 (-0,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.508,41
    -100,18 (-0,35%)
     
  • EUR/USD

    1,2140
    -0,0012 (-0,10%)
     
  • BTC-EUR

    47.038,39
    +839,01 (+1,82%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.535,24
    +1.292,56 (+532,62%)
     
  • HANG SENG

    28.144,01
    +130,20 (+0,46%)
     
  • S&P 500

    4.152,10
    -36,33 (-0,87%)
     

Previsioni Prezzo Petrolio e Gas Naturale: Brusca Frenata per il Greggio

Alberto Ferrante
·3 minuto per la lettura

Il petrolio greggio ha continuato a frenare nella seduta di ieri, con il greggio Wti in calo sotto i 63 dollari e il Brent sotto i 66,5 dollari al barile.

Anche il gas naturale ha rallentato la sua corsa, mantenendo comunque intatto, per il momento, il suo trend rialzista.

Previsioni sul prezzo del petrolio greggio

Dopo un rialzo iniziale legato alle notizie provenienti dalla Libia, che ha portato il prezzo ai massimi dell’ultimo mese, il greggio si è nuovamente contratto, ritirandosi rapidamente.

In particolare il greggio Wti è ritornato nell’area dei 62 dollari al barile, mentre il Brent è rimasto più solido sopra i 66 dollari, preparando però la strada per avviare una possibile inversione di tendenza.

Se è vero che il Brent potrebbe agevolmente mantenersi sopra i 65 dollari al barile, per il Wti sarà fondamentale guardare ai movimenti intorno ai 62,3 dollari al barile.

Per lo scenario rialzista, è possibile ipotizzare una ripresa del trend qualora il Wti riesca a superare stabilmente il livello di 62,29 dollari, che permetterebbe al prezzo di approcciare anche la soglia di resistenza a 63,5 dollari.

Di contro, un calo sotto i 62,20 dollari potrebbe indicare un’accelerazione della contrazione anche fino ai 60 dollari.

Previsioni sul prezzo del gas naturale

Il gas naturale, di contro, ha mantenuto il suo prezzo sopra i 2,7 dollari, nonostante un lieve calo nella seduta di ieri.

Per il gas, come prevedibile, a interrompere il rally sono stati i dati sulle previsioni meteo che indicano temperature in aumento nelle prossime due settimane, con conseguente contrazione della domanda.

Il supporto principale coincide anche con l’EMA a 50 giorni e si trova esattamente a 2,71 dollari. Successivamente, in caso di ulteriori contrazioni, si potrà guardare al supporto a 2,62 dollari.

Di contro, se la tendenza rialzista dovesse riprendere, gli investitori guarderanno probabilmente alla prima resistenza principale a 2,92 dollari, che rappresenta anche i massimi raggiunti a Marzo 2021.

A pesare, tra le altre cose, sono anche le prospettive sulla domanda da parte dell’EIA, che ha accennato a un calo dei consumi nel 2021 e nel 2022, dopo i già modesti risultati dell’anno scorso, legati al rallentamento dell’economia a causa del contesto pandemico.

Il Calendario Economico della Settimana

Oggi la settimana continua con l’indice dei prezzi al consumo, alla produzione e al dettaglio nel Regno Unito già nella prima mattinata, poi il discorso del Governatore della Bank of England e i consueti aggiornamenti sulle scorte di petrolio negli USA, sulla produzione di benzina e su quella di distillati.

Domani, la giornata si apre invece con le vendite industriali italiane e con alcune aste dei bonos spagnoli, precisamente a 3, 5 e 10 anni, mentre dall’Unione europea giungeranno le decisioni sul tasso d’interesse da parte della BCE, dopo l’annuncio delle dichiarazioni di politica monetaria, supportate da relativa conferenza stampa.

Nella giornata di giovedì si conosceranno anche gli aggiornamenti sugli stock di gas naturale negli USA e, sempre dagli Stati Uniti, i dati sulle vendite di abitazioni a Marzo 2021.

La settimana volge al termine venerdì 23 Aprile 2021 con le vendite al dettaglio nel Regno Unito e con gli indici PMI manifatturieri in Europa e USA.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: