Italia markets close in 7 hours 59 minutes
  • FTSE MIB

    24.695,41
    +3,95 (+0,02%)
     
  • Dow Jones

    34.077,63
    -123,04 (-0,36%)
     
  • Nasdaq

    13.914,77
    -137,58 (-0,98%)
     
  • Nikkei 225

    29.100,38
    -584,99 (-1,97%)
     
  • Petrolio

    63,88
    +0,50 (+0,79%)
     
  • BTC-EUR

    44.667,87
    -2.741,83 (-5,78%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.211,93
    -87,03 (-6,70%)
     
  • Oro

    1.769,30
    -1,30 (-0,07%)
     
  • EUR/USD

    1,2070
    +0,0029 (+0,24%)
     
  • S&P 500

    4.163,26
    -22,21 (-0,53%)
     
  • HANG SENG

    29.116,17
    +10,02 (+0,03%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.013,55
    -6,36 (-0,16%)
     
  • EUR/GBP

    0,8621
    +0,0016 (+0,18%)
     
  • EUR/CHF

    1,1033
    +0,0024 (+0,22%)
     
  • EUR/CAD

    1,5065
    -0,0016 (-0,10%)
     

Previsioni su Oro, Petrolio e Gas Naturale: Il Recupero del Greggio è già Terminato? Wti sotto 60$

Alberto Ferrante
·3 minuto per la lettura

Il petrolio greggio aveva ieri in parte recuperato il crollo settimanale che aveva spinto i prezzi in ribasso di oltre il -6%, portandosi in netto rialzo prima di un nuovo calo. In lievissimo rialzo anche il gas naturale, mentre l’oro resta poco mosso intorno ai 1730 dollari l’oncia.

Previsioni sul prezzo dell’Oro

Nonostante i rendimenti dei titoli decennali statunitensi continuino a scendere, il prezzo dell’oro resta ancora in fase di consolidamento dalla seconda metà del mese di Marzo 2021, senza spunti rialzisti.

Il prezzo, pur restando stabile nella finestra tra i 1700 e i 1750 dollari, ha subito forti pressioni nelle ultime sedute a causa del rafforzamento del dollaro statunitense. Alle ore 7:40 di oggi, il metallo prezioso viene scambiato a 1734 dollari l’oncia.

Nonostante il recupero delle ultime ore, i prezzi non sono stati in grado di portarsi nuovamente verso i 1750 dollari e oltre. Per avviare una prima tendenza rialzista, sarebbe infatti necessario il raggiungimento, quantomeno, della resistenza di 1788 dollari che coincide con la nuova media mobile a 50 giorni. Se l’oro dovesse superare agevolmente questo valore, allora si aprirebbe la strada a nuovi rialzi sopra i 1800 dollari.

Finché l’oro non tenterà di raggiungere questo livello, il prezzo resterà pericolosamente vicino ai 1700 dollari, con la possibilità di dirigersi anche verso i 1680 e 1670 dollari (quest’ultimo valore indica anche i minimi di Giugno 2020) in caso di un più sostenuto rialzo del dollaro statunitense.

Previsioni sul prezzo del petrolio greggio e del gas naturale

Sebbene i mercati del petrolio siano ancora in difficoltà a causa della tendenza rialzista del dollaro statunitense, nella seduta di ieri i prezzi sono cresciuti con decisione a causa degli elevati volumi di acquisti. Nelle ultime ore, però, il Wti si è contratto nuovamente e stamattina viene scambiato a 59,87 dollari al barile, mentre il Brent è in calo a 63,20 dollari.

Per quanto concerne il petrolio greggio texano Wti, il prezzo dovrà tentare di superare nuovamente quota 60 dollari al barile per essere in grado di proseguire il suo recupero. Il recente calo sotto questa soglia di supporto indica infatti la presenza di nuovi venditori e non si può quindi escludere che prima della fine della settimana il prezzo possa tornare nuovamente sotto i 58 dollari al barile.

Per il petrolio Brent, che è salito di oltre 3 dollari nella serata di ieri, il supporto resta stabile a 63 dollari. Se non si infrangerà nuovamente questo livello chiave, allora il prezzo potrà tentare di muoversi verso i 65 dollari o consolidarsi sotto questo valore.

Infine, con riferimento al gas naturale, il prezzo sta continuando a consolidarsi sopra i 2,5 dollari, mentre si avvicinano le temperature più propriamente primaverili, da cui emergerà sicuramente una contrazione della domanda. Allo stato attuale, intanto, la fascia di resistenza principale si trova a 2,55 dollari, mentre il supporto più sicuro coincide con i minimi di Marzo a 2,42 dollari.

Il Calendario Economico della Settimana

Il FTSE MIB di Piazza Affari ha recuperato dopo una vigilia in rosso portandosi ieri in rialzo del +0,39% a quota 24.208 punti. Ancora una seduta positiva anche per l’Ibex-35 di Madrid in rialzo del +0,64%, mentre il CAC40 ha chiuso poco sopra il pareggio.

L’indice peggiore tra i big europei è stato invece il DAX30 di Francoforte, in calo del -0,35%.

La settimana dei mercati continua quest’oggi con il rapporto mensile della BCE e il relativo discorso della Presidente Christine Lagarde.

Sempre in mattinata, si terrà anche il discorso del Governatore Bailey della Bank of England. A seguire, si attendono i dati sul PIL trimestrale e sulle richieste di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti.

La settimana volge al termine domani 26 Marzo 2021 con le vendite al dettaglio nel Regno Unito su base mensile e annuale a Febbraio 2021, oltre al PIL spagnolo e alle aspettative di business in Germania.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: